Lo spuntino per Fido? Arriva insieme alla tua pizza grazie all’innovativo petfood delivery

I menù pet friendly della start up romana Lovbau direttamente a domicilio, con Glovo

Lo spuntino per Fido? Arriva insieme alla tua pizza grazie all’innovativo petfood delivery

Un interessante studio condotto dall'Università dell'Australia del Sud, mette in evidenza come i pet (gli animali domestici) stiano giocando un ruolo fondamentale proprio in periodo di pandemia. Il Covid-19 ha colpito l’affettività privandoci del contatto fisico. Un disagio che gli animali domestici aiutano a colmare. C’è stato un aumento globale delle persone che hanno adottato cani e gatti durante i lockdown. Tant’è che la spesa per animali domestici ha raggiunto livelli record, superando i 13 miliardi di dollari in Australia e i 260 miliardi di dollari a livello mondiale. E le stime sono in difetto.

E in Italia? Nel 2019, secondo il rapporto Assalco-Zoomark 2020 sono stati censiti nel nostro Paese 60,27 milioni di animali da compagnia (rapporto 1 a 1 tra pet e popolazione residente). Lo studio pone inoltre in evidenza un dato significativo: la ricerca del benessere del proprio amico a quattro zampe incide notevolmente sull’acquisto di prodotti alimentari che integrino la dieta con caratterizzazione gastronomica.

Cosa significa? Tiscali News lo ha chiesto a Luigi Bizzarri, imprenditore romano professionista da oltre vent’anni nella distribuzione per il settore ho.re.ca, che ha fondato nel 2019 la start up Lovbau. Lovbau è nata per proporre pasti pronti ai nostri amici a quattro zampe all’interno di alberghi, ristoranti, campeggi, negozi petfood. Oggi, grazie alla partnership con Glovo, la pappa per Fido arriva a domicilio con l’innovativo servizio di pet food delivery.

Luigi, raccontiamo ai lettori come sia nata l’idea di introdurre il pet food nel settore ho.re.ca. Dove sono situati i vostri punti vendita e che tipo di riscontro avete?

“Avendo molti clienti albergatori e ristoratori ho notato da parte loro la sempre maggiore esigenza di soddisfare il desiderio dei padroni di cani di poter frequentare alberghi, ristoranti e luoghi di svago insieme al proprio pet senza doversi preoccupare di organizzare la pappa per lui. Oltre a questa percezione, ho sentito l’esigenza come padrone di cane di poter servire un piatto genuino, utilizzando il metodo della surgelazione come leva di innovazione e strumento di praticità.

Ad oggi siamo presenti a Roma in alcuni ristoranti, bar nei parchi romani e in alcuni petshop. Inoltre, Lovbau è in vendita presso petshop e cliniche a Milano, Monza, Bergamo, Lodi e nella Riviera Romagnola. Abbiamo un ottimo riscontro dalla clientela che si rileva sempre più incuriosita e soddisfatta”.

È stata l’emergenza pandemia a innescare la partnership con Glovo? Come funziona il servizio? È possibile ordinare lo spuntino per Fido insieme, che so, alla pizza o altro per noi?

“Sì l’emergenza del lockdown ci ha fatto riflettere su come poter raggiungere i clienti bloccati in casa. Osservando il cambio nelle abitudini quotidiane della famiglia e scoprendo Glovo come possibile mezzo per veicolare Lovbau a tutti i clienti, ho approfondito questa partnership, inserendo per primo il petfood piatto pronto nei cataloghi del supermercato digitale di Glovo. Il servizio è molto facile da utilizzare: si ordina e arriva a casa come una pizza, l’unica cosa è che va scaldato in microonde oppure fatto scongelare. Va fatto un ordine a parte per la nostra pizza, ma li si può richiedere per la stessa sera”.

Sul vostro sito sono visibili succulenti menù preparati con prodotti naturali, senza aggiunta di additivi, sale e conservanti. Vi avvalete della consulenza di un nutrizionista veterinario? Come si conservano i piatti pronti e come si cucinano?

“I nostri piatti cotti sono stati studiati da un nutrizionista veterinario e analizzati dall’Istituto di Zooprofilassi di Roma. Le ricette in via di sviluppo saranno realizzate insieme alla nutrizionista della clinica Mypetclinic di Milano, che ha anche validato tutte quelle già realizzate. I piatti sono surgelati e si conservano in freezer. Si possono mettere in micro-onde e servire direttamente con la nostra ciotola-piatto; una volta scongelati possono essere conservati in frigorifero per 48 ore. Questo permette, se lo si desidera, anche di non dare l’intero piatto in una volta sola al proprio cane. Il piatto è già cotto e il metodo di surgelazione permette di evitare tutti gli additivi e conservanti”.

Luigi, previsioni per il prossimo futuro? Dato il successo di Lovbau arriverà presto anche Lov…miao?

“Le previsioni sono molto buone. Ci stiamo concentrando sullo sviluppo commerciale di Lovbau proponendo nuove partnership e fornendo il prodotto in importanti nuove catene di distribuzione in Italia. Per il canale Horeca, quindi alberghi e ristoranti, non appena la situazione pandemica ce lo permetterà lanceremo Lovbau nelle zone di forte concentramento turistico per fornire un servizio a tutti i padroni che viaggiano con i propri cani. Stiamo già pensando agli amici gatti: il gatto però è un animale molto più esigente come abitudini alimentari ed è per questo che usciremo con Lovmiao solo quando avremo terminato tutta la fase di ricerca e sviluppo sul nuovo prodotto”.

Luigi Bizzarri fondatore di Lovbau