[L'intervista] La startup senza sede fisica che semplifica la vita dei consumatori italiani

Tiscali News ha intervistato Carmela Magno, ceo e cofounder di Garanteasy

[L'intervista] La startup senza sede fisica che semplifica la vita dei consumatori italiani
Team di Garanteasy

Le garanzie sui beni di consumo per quanto importanti e utili sono spesso buttate in un cassetto, abbandonate sulla scrivania, accartocciate nelle tasche di giacche e pantaloni in attesa del giorno in cui fare ordine, che è sempre “domani” ovviamente. Garanteasy nasce con l’obiettivo di aiutarci a fare ordine perché mette a disposizione dei consumatori una piattaforma cloud sulla quale conservare e gestire le garanzie relative ai prodotti acquistati per tutta la loro durata, li avvisa delle scadenze, permette di richiedere supporto in caso di difetti o danni.

Garanteasy durante il lockdown ha lanciato due iniziative di solidarietà e sostegno. Una rivolta ai consumatori a cui regala l'abbonamento al proprio servizio per tutto il 2020 e l'altra agli ospedali a cui dona parte del fatturato 2020 ricavato dalla vendita del proprio servizio in alcuni negozi di elettronica della Lombardia. Le donazioni sono a favore del fondo #aiutiAMObrescia per la lotta al Covid-19. Questa iniziativa, in particolare, è nata in accordo con Michela Tonini, direttore marketing di Supermedia proprietaria dei negozi TRONY in cui è in vendita il servizio Garanteasy. Anche loro, infatti, durante l'emergenza hanno effettuato svariate donazioni agli ospedali sia in denaro che in attrezzature come tablet e computer. Carmela Magno, Ceo e Co-founder della start up, ha raccontato a Tiscali News come funziona la piattaforma ed in che modo gli utenti possono usufruire dell'abbonamento gratuito (per i dettagli, it.garanteasy.com/ripartiremoinsieme) e contribuire alle donazioni.

Magno, a che tipo di utenza è rivolta la piattaforma e in che modo aiuta a fare ordine?

“Garanteasy è rivolta prevalentemente ai consumatori ma anche a professionisti e piccole aziende. In futuro ci attiveremo per poter offrire il servizio di archiviazione anche alle grosse aziende. Garanteasy aiuta a conservare in maniera ordinata qualsiasi tipo di ricevuta, fattura, garanzia, estensione. Tutto ciò può essere archiviato in cloud in un’area riservata accedendo con le proprie credenziali. In caso di difetto del prodotto si potrà richiedere assistenza in garanzia direttamente dalla piattaforma. Inoltre, abbinato al prodotto acquistato vi saranno archiviati manuali e fotografie oltre ad essere avvisati con un alert della scadenza della garanzia del negoziante, del produttore o di un’eventuale estensione”.

Garanteasy è una all remote company, ossia senza sede fisica, sin dalla nascita. Una scelta lungimirante, non solo alla luce della rivoluzione smart innescata dalla pandemia. Spieghiamo ai lettori le premesse tecnologiche della start up e quanto esse supportino il team di lavoro nella gestione dei dati per una realtà complessa come la vostra.

“La nostra premessa non è tecnologica ma è quella di poter lavorare con i talenti ovunque essi si trovino. La tecnologia ci ha semplicemente permesso di poter avere soci operativi e collaboratori ovunque in Italia e nel mondo. L’esistenza di un ufficio fisico non era certo compatibile con questa strategia. Fin dall’inizio abbiamo studiato quali erano le migliori practice a livello mondiale per noi accessibili economicamente. Ciò che ne è emerso è che non si possono fare le cose a metà, in particolare abbiamo imparato che è sbagliatissimo avere un po' di gente in ufficio ed un po' in smart working. Questo perché, a lungo andare chi non è in ufficio rischia di sentirsi escluso mentre essendo tutti in smart working, nessuno si sente escluso ed ognuno, per la sua parte, si adopera per creare delle relazioni con le persone con cui lavora di più. Questo non vuol dire che non servono gli incontri di persona, infatti lo scorso anno per la prima volta ci siamo incontrati davvero tutti e questo ha rinforzato le relazioni anche grazie al contatto visivo”.

Tra le sfide lanciate alle aziende tecnologiche, nell’immediato futuro, c’è l’obiettivo sostenibilità. Garanteasy è pronta a raccogliere la sfida? Quali altri progetti a breve e lungo termine?

“Una delle iniziative già attive di Garanteasy è quella di eliminare la carta dalle confezioni dei prodotti, principalmente le brochure che contengono le informazioni sulla garanzia rendendole digitali. Stiamo però già guardando al futuro lavorando per inserire all’interno della piattaforma tutte le informazioni utili per lo smaltimento o il riciclo. Garanzia infatti è sinonimo di qualità e la qualità si misura in durata quindi, i prodotti di maggior qualità sono quelli che durano di più e che sono pensati appunto per durare nel tempo e creare quindi meno rifiuti per l’ambiente”.