Tiscali.it
SEGUICI

Una rete legata al Cremlino ha usato false citazioni di Taylor Swift per spingere la propaganda anti-Ucraina

Una campagna di disinformazione condotta da un gruppo legato al GRU russo sta utilizzando immagini di celebrità come Taylor Swift, Beyoncé, Kim Kardashian, Justin Bieber e Oprah per criticare l'Ucraina

Alice Bellantedi Alice Bellante   
Una rete legata al Cremlino ha usato false citazioni di Taylor Swift per spingere la propaganda anti-Ucraina
Immagine creata con Bing Image Creator

“Ora, quanto tempo ci vorrà? Gli ucraini si comportano come ciarlatani e noi continuiamo a pagare" recita una citazione in francese accanto a una foto di Taylor Swift su quello che sembra essere un poster promozionale per un tour imminente. "Non è giusto".

"Ogni volta che gli ucraini ottengono soldi, tutto va male" recita un'altra citazione in tedesco accanto a una foto di Selena Gomez su quella che sembra essere una pagina tratta da una rivista di moda.

"È semplicemente deludente come gli ucraini usino il nostro aiuto" recita una citazione, sempre in tedesco, accanto a una foto di Kim Kardashian che parla sul palco. "Qualcuno deve fermare tutto questo, seriamente".

Sebbene le immagini facciano sembrare che queste parole siano state pronunciate da Swift, Gomez e Kardashian, non è così.

Sono il prodotto di una rete pro-russa di account falsi su Facebook e X che ha creato e diffuso una campagna pubblicitaria suggerendo che alcune delle persone più famose al mondo appoggiano la Russia e detestano l'Ucraina. Tra le celebrità incluse ci sono Beyoncé, Oprah, Gigi Hadid, Lady Gaga, Jennifer Lopez, Justin Bieber, Shakira, Gwyneth Paltrow e Cristiano Ronaldo.

"Sostenere gli ucraini è inaccettabile" recita una citazione accanto a una foto di Oprah. "Le loro azioni distruggono vite e società".

La campagna di disinformazione, lanciata a novembre 2023, ha raggiunto almeno 7,6 milioni di persone solo su Facebook, secondo un database degli annunci esaminati da WIRED e raccolti da Reset, un'organizzazione non profit che fornisce sovvenzioni a coloro che affrontano la disinformazione. Due gruppi separati di ricercatori specializzati sul tema della disinformazione ritengono che la campagna sia gestita da una nota operazione di influenza russa denominata Doppelganger, che in passato è stata collegata al Cremlino. Nuove informazioni condivise esclusivamente con WIRED suggeriscono che la campagna abbia legami con l'agenzia di spionaggio militare GRU della Russia.

All'inizio di novembre, i ricercatori di Reset hanno scoperto quella che viene descritta come una "campagna lampo" da parte di due reti di pagine false su Facebook. Nel giro di una settimana, i ricercatori hanno visto almeno 560 annunci su Facebook che presentano immagini di celebrità insieme a citazioni filorusse e anti-ucraine. Mentre alcuni annunci hanno raggiunto solo migliaia di utenti, altri si sono diffusi molto più ampiamente. Uno con Cristiano Ronaldo ha raggiunto oltre 115.000 persone prima di essere disattivato. Accanto all'immagine di Ronaldo c'era la citazione "È frustrante vedere come gli ucraini usano il nostro aiuto. Qualcuno deve fermare tutto questo, seriamente".

I ricercatori di Reset ritengono che la campagna "sfrutti le lacune nella verifica degli annunci e nei sistemi di moderazione dei contenuti di Facebook per fomentare l'ostilità contro gli ucraini e minare il sostegno dell'UE a Kiev". L'inclusione di citazioni false da parte di celebrità all'interno delle immagini rende più difficile per Facebook individuare una campagna coordinata, hanno aggiunto. La campagna, rivolta specificamente a persone in Francia e Germania, ha anche rimosso eventuali link o testo aggiuntivo negli annunci, rendendo più difficile per Meta tracciarla.

Doppelganger diffonde attivamente disinformazione sia su Facebook che su X da qualche tempo. L'organizzazione è stata smascherata nel settembre 2022 da EU DisinfoLab, una no-profit che lotta contro la disinformazione contro l'UE, ma Doppelganger operava almeno dal maggio 2022. Il gruppo utilizzava cloni di siti web multimediali, tra cui The Guardian e Bild, per diffondere disinformazione, riempiendo i siti falsi con articoli, video e sondaggi progettati per spingere i punti di vista pro-Kremlin sull'invasione russa dell'Ucraina.

A giugno 2023, un'altra campagna mirata a importanti siti web francesi, tra cui Le Parisien, 20 Minutes, Le Monde e Le Figaro, è stata esposta dal governo di Parigi. "Ministro francese sostiene l'omicidio di soldati russi in Ucraina" recitava un titolo falso su una pagina che sembrava Le Monde durante quella campagna.

Nonostante i ripetuti exposé, gli operatori di Doppelganger sono riusciti a continuare il loro lavoro. Recentemente sono state create versioni false di Fox News e di altri siti di notizie per seminare caos e confusione durante la guerra tra Israele e Hamas.

Mentre le campagne passate di Doppelganger sono state legate al Cremlino in alcuni rapporti dei media, nuove informazioni da ricercatori che tracciano la campagna di disinformazione mostrano un collegamento con la GRU della Russia.

Una rete di account bot su X, che in passato è stata utilizzata per spingere i siti web falsi di Doppelganger, è stata utilizzata anche per spingere le persone a siti web con collegamenti diretti all'agenzia di spionaggio militare della Russia. "I bot di Doppelganger hanno promosso di recente due siti, entrambi con forti collegamenti alla GRU", dicono i ricercatori di Antibot4Navalny, un gruppo di ricerca russo anti-disinformazione che ha seguito da vicino l'attività di Doppelganger su X, a WIRED. I ricercatori non hanno voluto essere identificati per motivi di sicurezza.

Il primo sito promosso dai bot di Doppelganger è stato ObservateurContinental.fr. I dati Whois, una registrazione pubblica di informazioni relative alla registrazione di un sito web, per questo sito mostrano che è collegato a InfoRos, un'agenzia di stampa precedentemente collegata alla GRU che gestisce centinaia di siti web per spingere la propaganda del Cremlino. InfoRos è stata segnalata per la prima volta come organizzazione di facciata per l'Unità 54777 della GRU dal The Washington Post.

Alice Bellantedi Alice Bellante   

I più recenti

Cosa succede se Alexa diventa Alex? La gag di due comici romani. Il video
Cosa succede se Alexa diventa Alex? La gag di due comici romani. Il video
Giro di vite dell'Europa sui siti per gli adulti: cosa cambia con le nuove regole
Giro di vite dell'Europa sui siti per gli adulti: cosa cambia con le nuove regole
X diventa a pagamento: perché questa decisione è la resa di Elon Musk
X diventa a pagamento: perché questa decisione è la resa di Elon Musk
WhatsApp cambia, dall'11 aprile in arrivo due novità molto importanti
WhatsApp cambia, dall'11 aprile in arrivo due novità molto importanti
thunderbird

Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro