Tiscali.it
SEGUICI

Il futuro è senza password: come cambieranno i sistemi di sicurezza

TiscaliNews   
Il futuro è senza password: come cambieranno i sistemi di sicurezza

Intel ha istituto il World Password Day nel 2013. Ogni primo giovedì di maggio, da quell'anno, si ricorda l'importanza delle chiavi alfanumeriche, numeri e parole, per proteggere le nostre vite digitali. Una giornata che potrebbe presto essere un ricordo, con la dismissione delle password tradizionali a favore di metodi più sicuri. Non a caso, l'azienda di sicurezza Sophos vorrebbe ribattezzare l'iniziativa come "Giornata mondiale della password e dell'autenticazione a più fattori".

Per gli esperti del Clusit, l'Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, alle password resta poco da dire: la biometria, ossia la scansione di polpastrelli e del viso, su smartphone, tablet ma anche computer, è l'unica via percorribile per difendere i dati dai criminali informatici.

"Le tecnologie attualmente disponibili consentono di implementare sistemi di protezione decisamente più efficaci rispetto alle sequenze di numeri, lettere e caratteri speciali che, moltiplicate per le decine di servizi digitali che ognuno di noi utilizza, sono oggettivamente impossibili da memorizzare, oltre che facilmente rintracciabili dai cyber criminali" afferma Alessio Pennasilico del Comitato Scientifico del Clusit.

La sicurezza digitale può essere oggi garantita, per il Clusit, soltanto da tecnologie moderne di protezione degli account. Tra queste, l'autenticazione multi-fattore, che richiede una doppia validazione, oltre alla password, per verificare l'identità e ottenere il via libera per l'uso di un account, una rete o un'applicazione. Un esempio è la ricezione di un codice temporaneo che arriva sul proprio numero di cellulare. Oppure i sistemi biometrici, che includono la mappatura delle impronte digitali, il riconoscimento facciale e la scansione della retina, e da altre tecnologie cosiddette "passwordless", più sicure e meno attaccabili.

Dello stesso parere è l'azienda di cybersecurity Kaspersky, che ha ricordato come, negli ultimi mesi a livello globale, quasi otto piccole e medie imprese su dieci (76% delle intervistate) siano cadute sotto i colpi degli hacker spesso a causa di password deboli e ripetute. Il 34% delle Pmi ha riportato fughe di dati riservati, il 23% danni alla reputazione e il 20% perdita di fiducia dei clienti. Circa il 9% ha dovuto sospendere le proprie attività. Per chi usa ancora la combinazione di lettere e numeri, i consigli sembrano ovvi ma ancora necessari: "Non scrivere le password su quaderni o foglietti adesivi" spiegano dalla società di sicurezza Trend Micro "ed evitare nomi e date di nascita. Per noi sono facili da ricordare ma semplificano la vita ai ladri di informazioni digitali".

TiscaliNews   
I più recenti
Europei di calcio è allarme: gli hacker usano l'IA per organizzare truffe online
Europei di calcio è allarme: gli hacker usano l'IA per organizzare truffe online
Truffe online: gli 8 casi più importanti che bisogna assolutamente conoscere
Truffe online: gli 8 casi più importanti che bisogna assolutamente conoscere
Hacker russi sfruttano Microsoft per attaccare siti del governo americano: i dettagli
Hacker russi sfruttano Microsoft per attaccare siti del governo americano: i dettagli
iPhone sotto attacco: Apple avvisa gli utenti in 92 nazioni di una minaccia spyware
iPhone sotto attacco: Apple avvisa gli utenti in 92 nazioni di una minaccia spyware
thunderbird
Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro