Stop all’ascolto delle registrazioni di Siri: licenziamenti in massa in tutta Europa

Apple ha posto fine ai contratti con gli appaltatori stipulati per ascoltare le conversazioni sul suo assistente intelligente

Stop all’ascolto delle registrazioni di Siri: licenziamenti in massa in tutta Europa

Centinaia di lavoratori europei, impiegati per verificare la presenza di errori nelle registrazioni Siri, hanno perso il lavoro dopo che il gigante americano ha annunciato, all’inizio di questo mese, la sospensione del programma di ascolto. Secondo quanto riportato da The Guardian, solamente nella sede irlandese di Cork le lettere di licenziamento sono state 300 ma lo stesso è avvenuti nelle altre strutture europee.

Scandalo dopo le rivelazioni di The Guardian 

La decisione di Apple di sospendere il programma di verifica delle conversazioni è stata presa dopo lo scoop di The Guardian che aveva rivelato implicazioni allarmanti per la privacy degli individui, come l’ascolto di informazioni molto riservate sulla salute e sulla sfera sessuale.

Dipendenti di aziende appaltatrici 

Le persone addette all’ascolto non lavoravano direttamente per Apple ma per aziende appaltatrici. Questo però non cambia la sostanza dei fatti: l’interruzione del discusso programma ha comportato la cancellazione in massa di posti di lavoro con poco preavviso. "Siamo stati licenziati dopo lo scandalo, senza alcuna protezione contro questo. Centinaia contemporaneamente a Cork, con un solo preavviso di una settimana " hanno denunciato alcuni di loro a The Guardian.

Il problema della precarietà del lavoro 

La vicenda riporta a galla due problemi legati alla nuova economia digitale. Il primo è quello del rispetto della privacy sul quale sta crescendo (per fortuna) l'attenzione del grande pubblico. Il secondo è invece ancora molto trascurato e riguarda la perdita di diritti da parte dei lavoratori, costretti sempre di più a condizioni di precarietà e bassi salari. Un tema che dovrebbe essere messo (al più presto) in cima alle agende di lavoro dei governi nazionali e dell’Unione Europea. Perché non esiste vero sviluppo economico se i benefici riguardano solo una piccola fetta della popolazione e non tutti. 

Privacy: lo scandalo Siri spiegato da Simone Russo