Gli investimenti immobiliari sbarcano sul metaverso e diventano virtuali

Su Decentraland è possibile acquistare terreni digitali pagando in Mana, la criptovaluta della piattaforma, che sui mercati finanziari in un anno è cresciuta di oltre il 3500%

Ecco come fare speculazione immobiliare sul metaverso: le istruzioni
Un'immagine di Decentraland

La decisione di Mark Zuckerberg di trasformare Facebook in una azienda del metaverso ha improvvisamente portato al centro dell’attenzione questa tecnologia scatenando una nuova corsa all’oro. Secondo alcuni esperti il metaverso è destinato a diventare un settore importante dell’economia con ricadute su tutti i principali business.

Il fenomeno non nasce però con Zuckerberg. Il termine metaverso è stato usato per la prima volta nel lontano 1992 dallo scrittore di fantascienza Neal Stephenson e già da alcuni anni sono stati lanciati i primi progetti. Uno dei più noti è Decentraland che (come spiega già il nome) punta a far sviluppare sul metaverso il mercato immobiliare.

Home page del sito web di Decentraland

L'iniziativa è stata avviata nel 2015 dagli sviluppatori argentini Ari Meilich ed Esteban Ordano. Si tratta di una piattaforma videoludica open source costruita sulla blockchain di Ethereum. Si tratta pertanto di una DAO ovvero di una Decentralized autonomous organizations (organizzazione autonoma decentralizzata). 

Su Decentraland è stata creata anche una criptovaluta chiamata Mana che serve per partecipare alla governance della piattaforma e per fare shopping. E' possibile infatti acquistare una vasta serie di Nft (non fungible token) tra cui figurano anche lotti immobiliari. E quest’ultimo è sicuramente l’aspetto più innovativo del progetto. Come noto un Nft è un certificato che grazie alla blockchain garantisce in modo univoco la proprietà di un asset digitale, qualunque esso sia.

Il progetto dei due sviluppatori sudamericani non è passato inosservato. Mana ha attirato l'attenzione degli investitori in criptovalute e la sua quotazione è schizzata alle stelle. Solamente nell'ultimo anno il rialzo è stato di quasi il 3500%. Mana a differenza di altre valute non può essere minata e ogni volta che avviene una transizione per l’acquisto di un terreno o di altri beni il quantitativo usato viene eliminato dalla blockchain

E’ possibile acquistare (o vendere) Mana in uno dei tanti exchange esistenti di criptovalute. Al momento il token vale 3,2 dollari circa ma diversi analisti prevedono che possa superare i 15 dollari entro il 2025. Come sia possibile fare certe previsioni è un mistero, ma questo, come ha spiegato il premio Nobel per l’Economia Robert Shiller nel suo ultimo libro Economia e Narrazioni, è perfettamente in linea con lo storytelling necessario per creare continuamente nuove bolle finanziarie irrazionali che soddisfano un bisogno molto antico dell’uomo: sperare di diventare ricchi in poco tempo.

Per chi volesse fare speculazione immobiliare sul metaverso di Decentraland le cose da fare sono poche e semplici. La prima è accedere al sito della piattaforma ma prima di fare questo è necessario avere un wallet (portafoglio) di criptovalute. Gratuitamente si può avere quello di Metamask (ma è solo uno dei tanti) andando sul sito e scaricando una estensione compatibile con il proprio browser. 

A questo punto con un wallet installato sul proprio browser è possibile accedere a Decentraland e creare il proprio avatar ovvero la propria immagine digitale. Niente di diverso da ciò che avviene in un normale videogame.

Scelto il nome dell'avatar bisogna poi passare all’aspetto fisico scegliendo tra una serie di opzioni (sesso, colore capelli, forma degli occhi ecc.). Terminata questa fase si passa alla scelta dell’abbigliamento. Anche in questo caso sono a disposizione diverse opzioni gratuite ma qui avviene il primo contatto con l’anima commerciale della piattaforma dato che è possibile accedere alla sezione collectibles (oggetti da collezione).

Si tratta di accessori di abbigliamento Nft acquistabili pagando in Mana. Criptovaluta che deve essere disponibile nel proprio wallet (quello creato con Metamask) e dunque precedentemente acquistata in uno dei tanti exchange pagando in soldi veri o altre criptovalute se possedute.

Una volta dentro Decentraland è possibile visitare i diversi ambiti del metaverso, interagire con gli altri utenti, fare shopping e acquistare terreni (land). I lotti di terra in vendita si possono visionare nell’apposito marketplace, in cui è indicato il valore in Mana e le eventuali costruzioni presenti su di essi.

Lottizzazione su Decentraland con indicazione dei terreni già acquistati

Ovviamente anche i lotti immobiliari sono non-fungible token. Ogni land ha caratteristiche proprie e non può essere sostituito da un altro. Mentre a ogni Mana corrisponde un singolo voto, un solo terreno garantisce 2.000 voti, di conseguenza gli utenti proprietari di molti lotti possono esercitare un maggior peso sulla governance della piattaforma.

Il metaverso analogamente a qualunque città è diviso in zone (distretti) e si stanno già creando quartieri in cui i possessori dei terreni hanno passioni in comune, esempio la musica o le arti figurative. L'acquisto immobiliare può essere conservato oppure rivenduto eventualmente con un profitto considerando che può crescere non solo il valore del terreno in Mana ma anche il valore della criptovaluta nei mercati finanziari. 

Gli affari su Decentraland incominciano a diventare interessanti. Lo scorso giugno una società immobiliare virtuale, Republic Realm, ha speso ben 913.000 dollari per 259 lotti di terreno digitale. Tutto questo è follia? Se ci limitassimo ad un ragionamento razionale la risposta sarebbe affermativa. Ma la storia e le ripetute bolle finanziarie speculative dimostrano che la ricerca della ricchezza può spingere gli essere umani a comportamenti irrazionali. Non ci sarebbe dunque niente di sorprendente nel veder nascere una bolla immobiliare sul metaverso