L’apprendimento delle lingue è sempre più digital: 3 aziende su 4 puntano sulle piattaforme mobile

Pubblicati i risultati di una ricerca condotto da Fluentify

L’apprendimento delle lingue è sempre più digital: 3 aziende su 4 puntano sulle piattaforme mobile
TiscaliNews

Coinvolgere i propri dipendenti con nuovi strumenti di apprendimento che privilegiano la flessibilità e la personalizzazione del piano formativo: è quanto emerge da una ricerca condotta da Fluentify, società attiva nel settore della formazione linguistica aziendale, e volta ad indagare il rapporto tra trasformazione digitale e apprendimento linguistico.

In azienda l’apprendimento delle lingue è sempre più digitale 

Un rapporto sempre più stretto quello tra tecnologia e formazione linguistica che porta ad una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda la scelta dei percorsi formativi all’interno delle aziende di medie e grandi dimensioni. La ricerca ha infatti rilevato che, sebbene la lezione in aula rimanga la formula privilegiata dal 18% degli intervistati, i manager delle risorse umane sono sempre più orientati a scegliere per i propri dipendenti soluzioni di mobile learning. Il 72% degli intervistati ha infatti dichiarato di essere in procinto di adottare piattaforme mobile per migliorare la conoscenza delle lingue in azienda. Il motivo? Sicuramente perché le piattaforme online offrono una maggiore flessibilità nella fruizione delle lezioni, ma anche perché in questo modo è possibile tenere monitorati i progressi dei dipendenti attraverso sistemi di verifica basati sull’analisi dei dati.

Formazione linguistica e avanzamento di carriera

La formazione linguistica rappresenta un elemento determinante per le imprese che vogliono mantenere il proprio vantaggio competitivo sul mercato: oltre il 70% degli HR manager, infatti attribuisce un’elevata priorità all’apprendimento delle lingue, ma non è tutto: un manager su due sostiene che la competenza linguistica sia un fattore abilitante rispetto alla carriera. Ecco perché offrire un corso di formazione ai propri dipendenti è considerata una leva strategica sia per la retention aziendale sia per attrarre talenti.

Il budget dedicato alla formazione linguistica

Nonostante la propensione delle aziende ad accrescere le competenze linguistiche del proprio personale, la percentuale del budget dedicato alla formazione linguistica rispetto al totale del budget destinato alla formazione si attesta tra il 15% e il 30%. Il budget reputato sostenibile per la formazione linguistica varia in base alle dimensioni delle aziende, del settore e al budget dedicato alla formazione. Il 17,6% reputa sostenibile un budget a persona superiore a 1000 euro, mentre la maggior parte dei partecipanti alla ricerca ha indicato una fascia tra i 200 e 500 euro per la formazione di un dipendente. Guardando al 2020 l’attenzione degli HR sarà sempre più focalizzata verso il tema della Trasformazione Digitale e dell’impatto che questa ha sull’organizzazione aziendale anche se la necessità di incrementare l’engagement dei dipendenti risulta un tema molto caldo nel 64% dei casi.