Il rapporto tra le aziende e i tifosi: le tecniche di fan engagement più influenti

Il rapporto tra le aziende e i tifosi: le tecniche di fan engagement più influenti
di Leevia

Nel mondo del marketing esistono diverse specializzazioni che si distinguono non solo per le competenze ma anche per il settore industriale a cui si rivolge. Tra questi troviamo il marketing sportivo, un’arte in cui entrano in gioco legami e raffinate tecniche di storytelling.

Società sportive, aziende e stakeholders sono le protagoniste di un vasto campo in cui in palio c’è l’attenzione e l’amore di appassionati e tifosi.

Il team di Leevia ha analizzato come queste aziende riescono ad intrattenere il pubblico e non solo. In un mondo in cui l’attenzione verso una partita dura circa 8 secondi è fondamentale dare un motivo per cui entrare in relazione con le aziende per vincere la sfida della memoria. 

Il mondo del digitale quindi diventa un campo da gioco fertile in cui i player lanciano iniziative appetibili per il pubblico e pubblicano post sui social per lasciare un segno. 

Nell’eBook “Tecniche di Fan Engagement nell’industria sportiva” vengono spiegati tre modi che le aziende usano per parlare con gli appassionati sportivi. Prima di tutto abbiamo lo storytelling, una tecnica vecchia come la parola ma che trova sui social un habitat naturale.

Per storytelling intendiamo l'arte di raccontare delle storie persuasive che trasmettono valori. Si tratta di narrazione che viene legata a un Brand (personal e company) con l'obiettivo di far percepire attraverso la fruizione di un contenuto narrativo quali sono i valori del suddetto.

Lo sport senza lo storytelling si riduce ad una serie di punteggi senza anima. Quando i tifosi urlano per un goal, arriva il Giro d’Italia in città, si preferisce la scarpa Nike rispetto a una senza marca è tutto frutto dello storytelling. 

Quando non c’è una storia da raccontare ci possono essere nuove nozioni da imparare. L'intrattenimento può essere collegato alla voglia di migliorare nello sport praticato durante il tempo libero. Introdurre nel calendario editoriale dei contenuti che servono a insegnare una nuova abilità, non serve solo a met tere in mostra i prodotti venduti negli store in modo naturale ma servono a dare una motivazione per tornare sul profilo dell’azienda. La struttura per creare un video tutorial che venga salvato da molti utenti è formata da esercizi semplici da realizzare, senza che servano conoscenze pregresse. I video devono essere brevi per poter essere visti in qualsiasi momento della giornata. La brevità ha anche un altro vantaggio, attraverso espedienti comunicativi come bullet point o step sono più facili da comprendere rimanendo impressi nella memoria.

Quando non sei tu che non puoi produrre contenuti, chiedi ai tuoi utenti di farlo per te. E Instagram ha un ecosistema perfetto per mettere in pratica questa frase. Ecco una delle pratiche che su Instagram ha trovato la sua naturale cornice: il repost. Quello che fa Scarpa Spa è un ottimo esempio dell’unione tra il repost di UGC e di influencer. I protagonisti dei post indossano attrezzature Scarpa Spa, sono appassionati ma anche grandi professionisti di sport estremi. Dal loro feed traspare il senso di sicurezza in qualsiasi condizione climatica. Oltre al repost sui social Scarpa spa ha realizzato anche diversi Foto Contest, proprio per stimolare la produzione di UGC.

L’eBook è scaricabile gratuitamente su Leevia Academy, con una sezione dedicata a case study di grandi aziende del mondo sportivo come Shimano e Scarpa Spa e di aziende che hanno sfruttato il canale mediatico sportivo per ottenere nuovi potenziali clienti come Linkem e Casa.it

di Leevia
  Facebook  |  | Sito web  |   | Instagram