Ecco Astro, il cane robot che impara da solo grazie all’intelligenza artificiale

Secondo i costruttori potrà essere utilizzato nei servizi di sicurezza ma anche come cane da compagnia

Ecco Astro, il cane robot che impara da solo grazie all’intelligenza artificiale

Grazie all’utilizzo di un mix di tecnologie super avanzate gli scienziati della Florida Atlantic University (FAU) hanno creato un cane robot intelligente in grado di vedere, ascoltare e apprendere. Un vero e proprio miracolo dell'innovazione reso possibile dalla stampa 3D, dall’intelligenza artificiale e dalla robotica.

Intelligenza basata sulle reti neurali del deep learning 

Il cane robot ha anche un nome: Astro. I costruttori hanno attaccato una testa stampata in 3D, simile a un Pinscher doberman, a un robot quadrupede. La grande novità riguarda però il cervello che non utilizza una automazione pre programmata ma una delle tecniche più avanzate dell’intelligenza artificiale: una rete neurale profonda (deep learning) che consente al robot di addestrarsi utilizzando input vocali e segnali visivi, quindi apprendendo dall'esperienza, con il potenziale di svolgere attività utili.

Un cucciolo in addestramento 

Gli scienziati che hanno creato Astro lo descrivono come “un cucciolo in addestramento”. Al momento risponde solo a comandi semplici come “sedersi”, “stare in piedi” e “muoversi” ma nel tempo le sue capacità si evolveranno e imparerà a comprendere e rispondere a comandi più complessi. 

Mix di hardware e software super avanzati 

Come è possibile tutto questo? La risposta è semplice: un concentrato di hardware e software super avanzati. Da un lato input sensoriali come immagini radar, telecamere, microfoni direzionali, unità di elaborazione grafica ad elevata potenza di calcolo (ben quattro trilioni di operazioni al secondo). Dall’altro un sistema complesso di intelligenza artificiale basato sulle reti neurali (deep learning) in grado di prendere decisioni comportamentali autonome basate su ciò che Astro percepisce.

Un futuro come cane delle forze di sicurezza 

I progettisti di Astro sono fiduciosi sul fatto che la loro creatura potrà essere utilizzata in una lunga serie di attività utili: intervenire in caso di situazioni pericolose per gli essere umani, rispondere alle chiamate di soccorso, annusare l'aria per rilevare sostanze estranee, consultare un data base di riconoscimento facciale. Facoltà che ne fanno un candidato ideale per prestare servizio nei reparti di polizia e sicurezza. Ma il robodog poliziotto è solamente un possibile caso di impiego. Per i costruttori Astro potrebbe tranquillamente essere utilizzato come cane da compagnia o come guida per i non vedenti.

Primi passi delle nuova tecnologia 

Al momento Astro potrebbe apparire ancora un po’ goffo e primitivo soprattutto per quanto riguarda il suo corpo e il suo movimento. Ma bisogna considerare due aspetti: il primo è che i progressi nel campo della robotica e dell’intelligenza artificiale sono ancora agli stadi iniziali. Il secondo, che i risultati ottenuti vanno oltre le previsioni di qualche anno fa. Astro è dunque solo un primo prototipo di robotdog (robot cane) che nei prossimi anni sarà sempre più migliorato e perfezionato.

Astro in azione