Ecco Agenzia cybersicurezza, 300 esperti e 500 mln euro

Ecco Agenzia cybersicurezza, 300 esperti e 500 mln euro
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 11 GIU - Una super-squadra di 300 esperti, con una dotazione di 530 milioni di euro fino al 2027 per proteggere l'Italia dal rischio cyber. Sono i numeri dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale, creata con un decreto legge firmato dal premier Mario Draghi e approvato dal Consiglio dei ministri. Un esperto sarà designato alla guida: il nome attualmente più accreditato è quello di Roberto Baldoni, numero 2 del Dis, con delega proprio al cyber. Una svolta epocale in un settore diventato centrale tanto che, si legge nella bozza, c'è "straordinaria necessità ed urgenza" di "attuare misure tese a rendere il Paese più sicuro e resiliente anche nel dominio digitale". La vulnerabilità delle reti e dei sistemi informativi di soggetti pubblici e privati, infatti, possono "provocare il malfunzionamento o l'interruzione di funzioni essenziali dello Stato con potenziali gravi ripercussioni sui cittadini, sulle imprese e sulle pubbliche amministrazioni, sino a poter determinare un pregiudizio per la sicurezza nazionale". Un esempio del pericolo incombente è l'attacco hacker - con richiesta di riscatto - che lo scorso maggio ha paralizzato uno dei più grandi gasdotti degli Stati Uniti. Rischi che sono del resto ben presenti al Governo. "Abbiamo il 93-95% dei server della Pubblica amministrazione non in condizioni di sicurezza", è l'allarme lanciato da Vittorio Colao, ministro per l'Innovazione tecnologica e la Transizione digitale. E il sottosegretario con delega all'Intelligence, Franco Gabrielli, ha riconosciuto che il Paese ha una fragilità "per mancanza dei consapevolezza dei rischi, per un deficit di cultura su questi temi: purtroppo siamo molto in ritardo e dobbiamo camminare a passi molto svelti". Bisogna cambiare 'macchina' per accelerare ed il veicolo messo a punto dal Governo è l'Acn. (ANSA).