Per diventare Influencer bastano 300 euro. Uno studio rivela il bluff

Le piattaforme sociali sono facili da manipolare

Per diventare Influencer bastano 300 euro. Uno studio rivela il bluff

L’argomento Instagram è così di portata mondiale che anche la Nato ha deciso di dedicare tempo ed energie al suo studio. E così hanno scoperto quello che già sapevamo fin dalla nascita di Instagram ma almeno abbiamo dei dati a supporto.

Bastano 300€ per diventare influencer. Davvero! E Instagram? 

Cerca a modo suo di limitare i danni, cancellando i profili falsi. 

Non solo IG, anche Facebook  e altri social sono presi di mira dal narcisismo delle persone che vogliono avere più like, commenti, condivisioni e più in generale interazioni.

Il rapporto della Nato ha dimostrato che con circa 300€ puoi avere:

  • 25mila like
  • 20mila visualizzazioni
  • 5mila follower
  • 3500 commenti


Ma l’indagine non si ferma a questo, vuole dimostrare anche la tempestività dei singoli social a individuare i fake follower ed eliminarli.

Dopo quattro settimane solo il 20% erano stati eliminati, e anche dopo diverse segnalazioni che indicavano tutti i 20mila account fake circa il 95% rimase online per altre 3 settimane. 

Instagram quindi è ancora poco reattivo e facile da manipolare, invece gli altri social?

Twitter è stato quello più veloce e ha scovato la gran parte degli account falsi, YouTube è meno reattivo ma allo stesso tempo è davvero molto costoso. Facebook ha bloccato quasi tutti gli account falsi ma non è riuscito a eliminare contenuti fake e i like.

Noi però andiamo oltre all’indagine della Nato e vi mostriamo come anche le aziende si fanno prendere in giro dai falsi influencer.

Infatti Federico Spinelli ha raccontato nel blog di Leevia come ha creato un finto influencer, ha richiesto prodotti gratis con la scusa di pubblicizzarli e ha ricevuto più di 900€ tra orologi, gioielli e altro materiale.

Forse brand e aziende dovrebbero pensare a come fidelizzare i propri utenti invece di affidarsi alla prima richiesta di collaborazione In fondo dovrebbero già sapere che costa 7 volte di più acquisire un nuovo utente rispetto a fidelizzare i propri e riproporre una seconda vendita.