L'architettura incontra lo spazio, nasce il primo corso di Space Architecture & Design

La School of Disruption dello Swiss Institute for Disruptive Innovation, in collaborazione con l'European Center for Space Exploration and Colonization, ha lanciato il primo corso (on-demand) al mondo di Architettura e Design per lo spazio. Ecco di cosa si tratta e chi sono i relatori.

L'architettura incontra lo spazio, nasce il primo corso di Space Architecture & Design

Siamo all'alba di quella che sarà la colonizzazione umana di corpi celesti rocciosi e abitabili, o resi tali grazie alla tecnologia. Lo spazio infatti è uno dei mercati emergenti e con il più alto potenziale economico: basti vedere ad esempio la scalata della SpaceX, l'azienda di Elon Musk, che di fatto ha permesso all'America di lanciare nello spazio astronauti dal suolo americano, dopo circa un decennio, vale a dire dalla fine del programma Shuttle.

Anche se la maggior parte delle persone non ne è consapevole, questo mercato è accessibile anche alle aziende e ai professionisti delle industrie tradizionali. E perché non colonizzare con stile?

Proprio partendo da questo presupposto, la School of Disruption dello Swiss Institute for Disruptive Innovation ha lanciato, da pochi giorni, il primo corso on-demand al mondo di Architettura e Design per lo spazio.

Relatori due profili d’eccezione, esperti internazionali

Si tratta di Barbara Imhof, architetto spaziale e ricercatore di design attivo a livello internazionale. Co-fondatrice, Managing Partner e co-proprietaria di LIQUIFER. Prima di fondare LIQUIFER, Barbara ha lavorato al Johnson Space Centre della NASA, a Houston, ed è stata pioniera nel campo dell'architettura spaziale in Europa.

E' membro dell'American Institute of Aeronautics and Astronautics (AIAA) e Space Architecture Technical Committee (SATC). La dottoressa Imhof inoltre ha insegnato in istituti rinomati in Europa e negli Stati Uniti per oltre 20 anni.

L'altro relatore è invece René Waclavicek che ha iniziato la sua carriera lavorando nella progettazione e costruzione di edifici terrestri. Nel 2002 il dr. Waclavicek ha partecipato al Lunar Base Design Workshop (LBDW) organizzato presso il Centro ESTEC dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), a Noordwijk, che è stato il punto di partenza della sua carriera nell'architettura spaziale.

René applica le sue competenze alla ricerca interdisciplinare, ai progetti di design e alle geometrie complesse, compresa la parametria.

A chi è rivolto il corso e cosa impartirà agli iscritti

Il corso è stato pensato e creato per consentire ad architetti, ingegneri, designer e studenti di cogliere le opportunità di questo settore acquisendo così un know-how e delle conoscenze specifiche attraverso un formato facilmente fruibile.

Diversi i temi trattati: dalla progettazione di ambienti abitativi marziani e lunari, alla progettazione per la vita in assenza di gravità (come nelle stazioni spaziali), fino ad arrivare alle famose “cities as spaceships”, ovvero navi spaziali per il trasporto di persone per lunghi viaggi interstellari.

Le prospettive di lavoro

Anche se sembra fantascienza, si tratta di una realtà estremamente concreta. Infatti, ammonta a 350 miliardi di dollari il fatturato registrato dall'industria spaziale globale che, secondo le stime fornite da Morgan Stanley's Space Team, potrebbe superare i mille miliardi di dollari Usa entro il 2040.

In questo scenario le possibilità di business e di lavoro si moltiplicano ogni giorno. L’architettura dello spazio è uno dei settori che giocherà d’ora in poi un ruolo fondamentale per l’esplorazione e la colonizzazione spaziale in atto. Il tema però non è solo d’interesse per architetti e designer. Quando si parla di spazio, non esistono ambiti definiti. Ogni aspetto è una contaminazione e convergenza tra tecnologie e know-how: non si può parlare di architettura senza tenere in considerazione il 3dprinting per esempio, o non si possono disegnare spazi abitativi senza conoscere l’impatto delle radiazioni sugli altri pianeti, e viceversa.

Per questi motivi il corso è adatto a diversi profili professionali. Non da meno, come succede puntualmente nella space economy, le conoscenze acquisite per la progettazione di ambienti spaziali diventano preziosissime per migliorare il design, la vivibilità e l’architettura di ambienti abitativi per la terra. Il professionista o lo studente che frequenta il corso può quindi trovare nuove opportunità lavorative nel mercato dello spazio e allo stesso tempo migliorare la propria competitività e livello innovativo nei mercati della terra/tradizionali. 

Come accedere al corso

 

Rispettando lo spirito della School Of Disruption, il corso Space Architecture & Design è estremamente pratico e va dritto al punto con tantissimi esempi e approfondimenti senza giri di parole. Il tutto con un linguaggio estremamente semplice e comprensibile.

Al termine del corso viene rilasciata certificazione del SIDI e dell’European Center for Space Exploration and Colonization. Il corso è attualmente in pre-sales a questo e sarà disponibile da maggio. Clicca qui per saperne di più.