Il business di Apple: un prodotto di lusso a bassa innovazione

Serve capire la differenza tra prezzo e valore, tra innovazione e non: il video commento di Rudy Bandiera

Come definireste  i prodotti Apple?

Tim Cook ha cambiato registro rispetto a Steve Jobs, ha creato il motore redditizio di Apple, abbandonando i nerd come me e concentrandosi invece sulla realizzazione di un prodotto di lusso a bassa innovazione. Poiché le masse non vogliono qualcosa di nuovo, vogliono qualcosa che funzioni, qualcosa che gli altri stanno usando, qualcosa che pensano risolvano i loro problemi.

Questa frase è niente meno che di Seth Godin, l’autore de La Mucca Viola, che ha centrato perfettamente il fulcro del business di Apple.

Quando definiamo questo i prodotti di questo brand come “lusso a bassa innovazione” è perché ciò che fa Apple è qualcosa di straordinario dal punto di vista tecnico che comunicativo creando una community affezionata, ma non è innovativo.

Ora come ora non ci sono prodotti Apple che sconvolgono e stravolgono la tecnologia odierna, non ci sono prodotti da nerd, ci sono prodotti per le masse, prodotti che funzionano perfettamente ma che non sono innovativi, sono fatti per funzionare.

Qui entra in gioco la differenza tra il prezzo di un prodotto e il valore di un prodotto, questo colosso tech si muove su questa linea sottile, la linea che divide Apple dal resto del mondo.