Angi, 54% giovani pessimista su futuro economia

Angi, 54% giovani pessimista su futuro economia
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Il 54,2% dei giovani tra 18 e 34 anni è pessimista sul futuro dell'economia italiana e resta alto il livello di difficoltà percepita, dal totale dei 1.500 intervistati, circa la possibilità per i giovani di accedere al credito. Lo segnala l'Osservatorio OpenUp 2021 dell'Angi (Associazione nazionale giovani innovatori). Due le principali difficoltà nel trovare lavoro: la richiesta di un'esperienza minima che i giovani non hanno (la pensa così il 64,8% giovani e il 51,8% del totale intervistati); la scarsa propensione delle aziende ad assumere (51,8% giovani, 56,2% totale campione). A pesare ci sono anche le scarse risorse per avviare un'attività o un'impresa; i turn over occupazionali bloccati; la poca attitudine all'innovazione e al rischio. Concordi i due universi campionari sullo scarso livello di riconoscibilità delle donne come innovatrici nel mondo digitale: non riconosciute per il 64,4% dei giovani e per il 55,9% di tutto il campione. Tre gli elementi fondamentali per un'impresa innovativa: investimenti in strumenti, macchinari e tecnologie all'avanguardia; un gruppo dirigenziale giovane; conoscenza degli strumenti digitali. Parte dei dati dell'Osservatorio è stata illustrata durante la presentazione della IV edizione del Premio Angi, che sarà assegnato mercoledì 1 dicembre, presso l'Auditorium del museo dell'Ara Pacis a Roma. 11 le categorie premiate per un totale di 30 progetti di eccellenza del mondo delle imprese e delle startup, che spaziano dalla scienza alla salute, dalla cultura al turismo, passando per mobilità, energia, ambiente, comunicazione e smart city. (ANSA).