Anche Sony scommette sul metaverso con i sensori Mocopi

Anche Sony scommette sul metaverso con i sensori Mocopi
di Ansa

(ANSA) - MILANO, 30 NOV - Sony ha presentato un nuovo prodotto chiamato Mocopi, composto da sei fasce di rilevamento dei movimenti da indossare su mani, piedi, schiena e testa, al prezzo di 49.500 yen, circa 340 euro. L'obiettivo è tracciare il corpo delle persone per riprodurlo, fedelmente, in applicazioni di realtà virtuale e aumentata, così come nel metaverso. Per ora, è compatibile con VRChat, piattaforma di messaggistica virtuale per Meta Quest, Htc Vive e dispositivi Windows. Il nome Mocopi deriva dal termine "mocap", motion capture, la tecnologia usata da anni nel mondo del videogame e del cinema per riprodurre i movimenti di un vero attore in tre dimensioni. I sei sensori del prodotto codificano i dati e, attraverso uno smartphone, li inviano alle app supportate. Come spiega Sony: "Normalmente, la produzione video che utilizza il motion capture richiede attrezzature e operatori dedicati. Usando il nostro algoritmo proprietario, Mocopi realizza misurazioni del movimento altamente accurate con un numero limitato di sensori, semplificando la produzione di youtuber, tra film e animazioni". I pre-ordini partiranno in Giappone a metà dicembre, con spedizioni da gennaio 2023. Il 15 dicembre, Sony lancerà anche la piattaforma di sviluppo di Mocopi, insieme ad un'app specifica, per consentire a chiunque di collegare il movimento del corpo ai propri servizi, tra cui le varie tipologie di metaverso a disposizione. In un video dimostrativo, il colosso giapponese ha mostrato come associare i sensori all'app, legarli al corpo e calibrarli. Da lì, sarà possibile iniziare a ballare o fare altri movimenti e vedere gli avatar imitare le proprie azioni in tempo reale. (ANSA).