Non si ferma la diffusione delle fake news sul Covid: le più rilevanti sulle varianti del virus

Negli Stati Uniti è boom di teorie complottiste su TikTok: presi di mira Bill Gates ed Anthony Fauci

Non si ferma la diffusione delle fake news sul virus: le più rilevanti sulle varianti
Foto Ansa

Lo scorso 2 aprile è stata celebrata la giornata mondiale contro le fake news. L’evento è passato in secondo piano rispetto ad altre celebrazioni a conferma che nei media mainstream il problema della disinformazione non occupa ancora la rilevanza che meriterebbe.

La pericolosità delle fake news continua ad essere sottovalutata nonostante abbiano condizionato pesantemente il referendum sulla Brexit, le elezioni presidenziali americane e le campagne informative sulla diffusione della pandemia.

Come dimenticare infatti alcune bufale sul Covid-19 che hanno fatto il giro del mondo? Le teorie complottiste sulle responsabilità dei cinesi che lo avrebbero costruito artificialmente in un laboratorio di Wuhan, le responsabilità della tecnologia 5G che ne avrebbe favorito la diffusione, i presunti benefici della vitamina C per prevenire il contagio.

Quelle indicate sopra sono solo le false notizie più note. Il fenomeno purtroppo continua però inarrestabile come emerge da uno studio dell’associazione no profit Advance Democracy pubblicato sul quotidiano americano  Usa Today, che denuncia il boom di teorie complottiste sul coronavirus sulla piattaforma social TikTok, una delle più amate dai giovani.

In particolare è diventata virale la teoria secondo la quale il Covid sarebbe una macchinazione del fondatore di Microsoft, Bill Gates, e del virologo Anthony Fauci, per guadagnare soldi.

Bill Gates ed Anthony Fauci (foto Ansa)

In Italia questa fake news al momento non è ancora diventata popolare (negli Stati Uniti c’è un terreno più fertile rispetto al nostro Paese per la diffusione delle teorie cospirazioniste) ma le bufale purtroppo non mancano come evidenziato dal ministero della Salute che online monitora costantemente la diffusione di false notizie sul virus.

Le fake news più recenti hanno a che fare in particolare con le varianti del Covid. Sotto quelle più importanti riportate sul sito salute.gov da conoscere per non commettere errori che potrebbero compromettere la nostra salute. 

Il vaccino è inutile perché l'immunità dura poche settimane (FALSO)
I dati provenienti dalle sperimentazioni indicano che i vaccini inducono una protezione che dura diversi mesi. Molti studi sono in corso per avere certezza sulla durata di tale protezione e sapere se sarà necessario o meno effettuare dei richiami come accade per altre vaccinazioni

Le mascherine non proteggono dalle nuove varianti del virus (FALSO)
L'uso della mascherina contrasta la diffusione delle varianti del virus. Le mascherine proteggono in base alla loro capacità di filtraggio e non ci sono attualmente evidenze che le varianti del virus SARS-CoV-2 abbiano una diversa modalità di trasmissione.

I vaccini anti Covid-19 sono stati approvati troppo velocemente e quindi non sono sicuri (FALSO)
I vaccini sono sicuri. Prima di essere autorizzati all'utilizzo dalle autorità competenti devono superare tutte le prove di sicurezza ed efficacia.

Il nuovo coronavirus è già mutato quindi il vaccino autorizzato non serve a niente (FALSO)
Attualmente non ci sono evidenze che la mutazione del virus rilevata in Gran Bretagna possa avere effetti sull'efficacia della vaccinazione anti Covid-19. I vaccini determinano la formazione di una risposta immunitaria contro la proteina spike, quella porzione che consente al virus di attaccarsi alle cellule e invaderle; quindi anche se fosse mutata qualche particella della proteina spike è altamente improbabile che ciò sia sufficiente a rendere inefficace il vaccino.