Ecco l'hackathon che immagina come sarà il lavoro a distanza nel futuro

Il secondo appuntamento degli Innois Hack, organizzati da Open Campus, è dedicato al remote working e al distance learning. L’evento si svolgerà dal 10 al 13 marzo

Innois Hack Open Campus hackathon Open remote working e distance learning
Foto Ansa
TiscaliNews

Tra i fenomeni più importanti nati con l’avvento della cultura digitale figurano senza alcun dubbio anche gli hackathon, eventi che riuniscono esperti di diversi settori dell'informatica per sviluppare idee e progetti innovativi su un tema specifico.

Il secondo appuntamento degli Innois Hack, gli hackathon organizzati da Open Campus, uno spin-off di Tiscali, nell’ambito del progetto INNOIS, è dedicato all’Accesso Remoto: lavorare, formarsi e connettersi oltre la presenza fisica.

I motivi della scelta sono chiari. Il remote working e il distance learning sono diventate risorse indispensabili per proseguire le attività lavorative e formative durante l’emergenza sanitaria.

Ma oggi già si parla di un futuro in cui il lavoro e lo studio a distanza saranno integrati regolarmente nei processi lavorativi e nei programmi formativi di moltissime realtà aziendali ed educative, una possibilità che favorirebbe, tra l’altro, anche la diffusione del south working e del south learning, due fenomeni che, a lungo termine, potrebbero portare benefici economici e sociali ai territori del sud Italia. 

Obiettivo del secondo appuntamento degli Innois Hack è stimolare una riflessione sull’evoluzione del distance learning e del distance working nella fase post-Covid seguendo alcune linee guida precise: cosa potrebbe servire per per migliorare l’esperienza degli utilizzatori delle tecnologie digitali? Quali gap dovrebbero essere colmati per rimediare alla distanza fisica fra le persone ? E, infine, quali proposte potrebbero stimolare lavoratori e  studenti a trasferirsi nei luoghi che preferiscono?

"L’evento - hanno spiegato gli organizzatori - si propone di raccogliere idee che possano concretamente risolvere problemi, disegnando un ambiente di lavoro più confortevole, più efficiente e 'più umano', in cui la grande comunità di digital learners e digital workers possa ritrovare, seppur virtualmente, la dimensione fisica della collaborazione.

L’hackathon si svolgerà dal 10 al 13 marzo. La partecipazione è gratuita ma è necessario iscriversi entro l’8 marzo. Sul sito di Innois è possibile trovare informazioni di dettaglio sul programma, sui premi e sulle modalità di iscrizione (vai al sito).