Tiscali.it
SEGUICI

Smartphone e salute: cosa sappiamo sulle radiazioni dei cellulari. Quanto sono dannose e come difendersi

Cosa sappiamo sulle radiazioni elettromagnetiche emesse dagli smartphone? Sono dannose? La risposta non è univoca, ma limitarne l'esposizione può solo aiutarci

di Carlo Ferraioli   
Uso del telefonico: quanto può il nostro corpo tollerare le radiazioni del cellulare?
Foto Ansa

Le persone controllano in media il loro cellulare ogni 12 minuti, rendendolo un componente inestricabile e indispensabile della propria vita, come un'appendice. Alla luce di ciò, emergono sempre più domande riguardanti gli effetti potenziali sulla salute dell'uso del cellulare. Una domanda rilevante è 'Quanta radiazione può tollerare il mio corpo dall'uso di un cellulare?'

Cosa sappiamo sulle radiazioni dei cellulari

I cellulari emettono radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti, il che significa che non causano danni diretti alle cellule o al DNA. Questo è diverso dalle radiazioni ionizzanti come i raggi X o i materiali nucleari, che emettono alti livelli di energia e i quali possono alterare la struttura atomica e il DNA, portando potenzialmente alla formazione di tumori.

Le emissioni di radiazioni dei cellulari vengono misurate utilizzando il SAR, ossia 'tasso di assorbimento specifico', uno standard internazionale stabilito dagli enti di regolamentazione. Negli Stati Uniti, ad esempio, il limite massimo fissato di SAR è di 1,6 watt per chilogrammo su 1 g di tessuto per l'esposizione di testa e busto; in Europa, invece, il limite massimo è di 2 watt medi su 10 grammi.

Le radiazioni dei cellulari sono dannose?

Le opinioni sull'esposizione alle radiazioni dei cellulari variano: alcuni sono convinti che esse presentino rischi significativi per la salute, mentre altri non credono che sia così. Secondo l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), le radiazioni dei cellulari rientrano nel Gruppo 2B per possibile cancerogenicità a causa di studi che collegano un uso intensivo ad una possibile esposizione, ma senza prove conclusive che ne dimostrino la causa.

L'iPhone 12 di Apple non rispetta gli standard dell'Unione Europea

I regolatori francesi hanno recentemente ordinato ad Apple di interrompere la vendita dell'iPhone 12 a causa delle emissioni che superano gli standard di esposizione dell'Unione Europea. Apple ha negato, asserendo che il dispositivo prodotto sia conforme alle normative.

Foto Ansa

L'iPhone 12, rilasciato alla fine del 2020, ha fallito uno dei due test progettati sulle onde elettromagnetiche per valutare la capacità di essere assorbite dal nostro corpo. L'Agenzia Nazionale delle Frequenze ha testato 141 cellulari e ha scoperto che, quando tenuto in mano o portato in tasca, un iPhone 12 assorbe 5,74 watt per chilogrammo, valore quindi superiore allo standard UE di 4 watt per chilogrammo. L'agenzia ha così chiesto ad Apple di adottare tutti i mezzi possibili per correggere immediatamente questo difetto in tutti i telefoni già in uso. Se nessuna soluzione dovesse funzionare, l'azienda telefonica dovrà ritirare il modello, anche se già venduto.

Josh Gordon, esperto di tecnologia presso Geonode, un'applicazione e una piattaforma Web per lo sviluppo di sistemi informativi geospaziali (GIS) e per l'implementazione di infrastrutture di dati spaziali (SDI), spiega: "I dati sulle radiazioni dei cellulari e i rischi per la salute rimangono inconcludenti. Tra centinaia di studi condotti negli ultimi decenni, alcuni suggeriscono un possibile legame tra l'uso a lungo termine dei cellulari e problemi di salute come tumori al cervello o infertilità. Tuttavia, molti altri studi contraddicono queste scoperte. Il problema è che questo argomento è molto complesso e isolare l'influenza delle radiazioni dei cellulari sulla salute umana è estremamente difficile. Spesso, gli studi si negano a vicenda e individuare un modello chiaro è impegnativo". Come sottolinea Gordon, è fondamentale comprendere che:

a) l'esposizione alle radiazioni dei cellulari dipende fortemente da come e dove viene utilizzato il dispositivo; b) anche altri fattori legati allo stile di vita, genetici e ambientali, influenzano queste potenziali condizioni di salute; c) i cellulari sono stati ampiamente utilizzati solo da pochi decenni, rendendo difficile studiarne accuratamente l'impatto a lungo termine.

Consigli per minimizzare l'esposizione alle radiazioni dei cellulari

Sebbene i rischi associati alle radiazioni dei cellulari siano ancora poco compresi e si pensi siano minimi, limitare l'esposizione non necessaria può solo aiutare a proteggere la nostra salute e quindi la nostra vita. Il ricercatore e studioso Gordon ci fornisce alcuni suggerimenti su come farlo in modo efficace:

  1. Anche se i rischi associati alle radiazioni dei cellulari rimangono in gran parte non studiati e sembrano bassi, non farebbe male prendere misure per ridurre l'esposizione non necessaria;

  2. Limitare le conversazioni al cellulare o utilizzare un dispositivo vivavoce. Più il telefono è lontano dal tuo corpo, meno radiazioni vengono emesse nell'ambiente e di conseguenza verso ognuno di noi;

  3. Non tenere il telefono vicino al tuo corpo. Il tuo telefono emette radiazioni anche quando non viene utilizzato, poiché comunica con le torri cellulari vicine. Ove possibile, evita di tenere il telefono vicino per lunghi periodi, in tasca o altrove, a contatto col proprio corpo;

  4. Invia messaggi di testo anziché chiamare quando possibile. I messaggi di testo utilizzano meno energia, producendo di conseguenza meno radiazioni e infine;

  5. Tenere i bambini lontani dall'uso del cellulare. Secondo gli scienziati, i bambini hanno crani più sottili e sistemi nervosi in via di sviluppo che li rendono più suscettibili all'esposizione dovute alle radiazioni.
Foto Ansa

Dopo aver attentamente considerato tutte le prove disponibili, le radiazioni dei cellulari potrebbero essere viste quindi come una delle tante potenziali minacce nel nostro mondo moderno. Mentre gli studi e le ricerche continueranno probabilmente a far luce su questo importante argomento, per ora, godiamoci la comodità dei cellulari in modo responsabile, prendendo misure per limitare qualsiasi esposizione non necessaria alle radiazioni.

Fonte ricerche: Geonode

di Carlo Ferraioli   
I più recenti
Il gioco di una banana diventa virale online
Il gioco di una banana diventa virale online
Accordo tra Clearview AI e gli utenti
Accordo tra Clearview AI e gli utenti
Meta sospende i piani di IA in Europa dopo reclami sulla privacy
Meta sospende i piani di IA in Europa dopo reclami sulla privacy
Rapporto Reuters, 6 lettori su 10 preoccupati per contenuti fake
Rapporto Reuters, 6 lettori su 10 preoccupati per contenuti fake
thunderbird
Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro