L'Ecobonus 110% vale anche per i sistemi di domotica: i requisiti e le spese ammesse

Sono detraibili i costi sostenuti per l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto e la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria e la climatizzazione delle unità abitative

Nella pioggia di bonus introdotti dal governo per contrastare la crisi economica portata dal Covid-19 spicca l’Ecobonus al 110% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, non a caso noto anche come Superbonus. A grandi linee le caratteristiche sono note da tempo: prevede lavori definiti trainanti o master per scattare il bonus e lavori trainati o slave che danno diritto alla detrazione fiscale del 110% solo se fatti assieme a quelli principali.  

Gli interventi di domotica

Tra le attività trainate (o slave) figurano anche i lavori per la realizzazione di sistemi di domotica. Di cosa si tratta? Molto semplicemente della installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto e la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria e  la climatizzazione delle unità abitative. Interventi che già prima del varo del Superbonus erano detraibili al 65%.

Caratteristiche specifiche dei sistemi 

Per poter ottenere gli incentivi i  sistemi dovranno essere (1) controllabili da remoto, quindi poter essere accesi e spenti a distanza attraverso una programmazione settimanale (2) mostrare i consumi energetici degli impianti attraverso canali multimediali, mediante la fornitura periodica dei dati (3) mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti.

Le spese ammissibili

Le spese ammissibili riguardano: (1) la fornitura e la posa in opera di tutte le apparecchiature elettriche, elettroniche e meccaniche nonché delle opere elettriche e murarie necessarie per l’installazione e la messa in funzione a regola d’arte, all’interno degli edifici, di sistemi di building automation degli impianti termici degli edifici (2) le correlate prestazioni professionali (produzione della documentazione tecnica necessaria, direzione dei lavori, ecc).

Le spese escluse

Non rientrano nelle spese detraibili gli acquisti di dispositivi che consentono di dialogare da remoto con questi sistemi ovvero smartphone, tablet e personal computer.