Apple: risolto il bug che consentiva di spiare gli utenti iPhone, Mac e Apple Watch 

Cupertino ha annunciato il rilascio di un importante aggiornamento del sistema operativo

Apple: risolto il bug che consentiva di spiare gli utenti iPhone, Mac e Apple Watch 
Foto Ansa
TiscaliNews

Sospiro di sollievo per gli utenti Apple. E’ stato il risolto il bug del sistema operativo per iPhone, Mac e Apple Watch che consente l’accesso degli hacker ai dispositivi. “L’aggiornamento  - ha annunciato l'azienda - fornisce importanti miglioramenti della sicurezza ed è consigliato a tutti gli utenti”,

La Mela ha così risposto alla denuncia del Citizen Lab dell’Università di Toronto, secondo il quale la società di software israeliana Nso Group da febbraio infetta i telefoni iPhone e gli altri dispositivi Apple.

Il gruppo israeliano è finito nell’occhio del ciclone da quando una inchiesta internazionale ha rivelato che il suo software Pegasus è stato utilizzato per spiare i telefoni di attivisti per i diritti umani, giornalisti e persino capi di Stato.

Il software di Pegasus (tecnicamente uno spyware, ovvero un programma costruito per raccogliere informazioni sulle attività degli utenti ovviamente senza il suo consenso) viene installato tramite il programma di messaggistica istantanea iMessage e interessa sia iOS (sistema operativo mobile) che MacOS (computer) e WatchOS (orologi). 

Sfruttando la vulnerabilità del sistema, lo spyware può essere installato senza che l’utente debba eseguire alcuna operazione, come per esempio aprire incautamente una email. Con l’aggiornamento appena rilasciato da Apple il bug (falla) è stata tamponata.