AgevolUp, l’app che aiuta chi è cresciuto in affido o in una casa famiglia

Darà informazioni su eventi a loro dedicati, supporto dagli sportelli locali e una community nazionale di care leavers con cui scambiare esperienze.

AgevolUp, l’app che aiuta chi è cresciuto in affido o in una casa famiglia

Diventare adulti a 18 anni e un giorno, un’utopia per la gran parte dei giovani italiani. Una dura realtà per i care leavers ovvero quei ragazzi e ragazze che hanno affrontato un percorso di affido o vissuto in una casa famiglia e a cui la legge, raggiunta la maggiore età, non garantisce più alcuna tutela. Proseguire gli studi, conseguire la patente, inserirsi nel mondo del lavoro, chi li supporta in queste e altre esigenze?

A loro supporto è nato il Care Leavers Network Italia, una rete nazionale di ragazzi, operatori, assistenti sociali, comunità e di accoglienza e genitori affidatari insieme per garantire percorsi di autonomia e inserimento nella società per quei giovani che hanno terminato un percorso fuori famiglia. Oltre che accompagnare i care leavers italiani con una presenza di care point in 13 regioni italiane oggi il Care Leavers Network Italia, guidato dall’associazione Agevolando, presenta la prima app dedicata a questi ragazzi.

Il progetto. AgevolUp, sviluppata in partnership con bitPurple, è stata ideata dagli stessi care leavers che hanno voluto crearla secondo le proprie esigenze. «Sono stati proprio i ragazzi insieme agli operatori della rete a fornirci le linee guida per la produzione di questa app» spiega Marco Cretarola, web developer che ha seguito il progetto. «L’obiettivo condiviso è stato univoco e cioè rispondere alle domande che si pongono questi ragazzi e ragazze: cosa ci è utile per la nostra esperienza di vita? In qualsiasi parte d’Italia ci troviamo, chi può rispondere alle nostre esigenze?».

Le sezione della web app. Da queste indicazioni dei care leavers sono nate le tre aree della web app che sarà navigabile da qualsiasi browser (in multidevice) con la stessa esperienza di una app nativa. «Avremo tra distinte sezioni. La sezione eventi, un hub che raccoglie i diversi eventi segnalati dalla sede nazionale di Agevolando ma anche dai singoli care point dislocati nelle diverse regioni. Non solo eventi interni alla rete ma anche concerti, gite, viaggio che gli stessi care leavers potranno segnalare e condividere con i loro amici sulla piattaforma. La sezione care point dove gli utenti potranno localizzare lo sportello di supporto più vicino a loro. Le sedi locali, a loro volta, potranno personalizzare la loro pagina con delle informazioni specifiche prevedendo anche una lista di FAQ di veloce consultazione. La sezione community dove gli utenti potranno discutere, inviarsi richieste di amicizia, messaggi postali o in real-time grazie all’integrazione di una chat Telegram dedicata ad AgevolUp».

Questa app ha il grande pontenziale di mostrare tutti i contenuti utili ai care leavers in un unico portale, senza pubblicità e altre distrazioni

Chi può iscriversi. L’iscrizione è libera e gratuita ma, in questa prima fase limitata ai care leavers, operatori e giornalisti. I profili e i contenuti della piattaforma saranno moderati da un team dedicato di Agevolando e dai responsabili delle sedi locali. «Ogni utente he accederà avrà un profilo personalizzabile in tutto e con dei flag privacy per le informazioni che deciderà di non mostrare agli altri utenti. Questa app ha il grande pontenziale di mostrare tutti i contenuti utili ai care leavers in un unico portale, senza pubblicità e altre distrazioni. Il care leaver troverà tutti i messaggi del suo care point di riferimento, gli eventi nazionali e locali e soprattutto potrà confrontarsi con altri ragazzi e ragazze che in tutta Italia condividono le stesse esperienze».

Partnership tra profit e nonprofit. Un progetto di app sociale sposato appieno dall’azienda sviluppatrice. «È stato un onore collaborare con Agevolando per creare un prodotto digitale che va oltre il valore stesso dell’applicativo» conclude Cretarola. «Ringraziamo anche Jhonny, un care leaver (ma anche informatico) che ha supervisionato tutti i progress della app, testandola quotidianamente. Come azienda, raramente abbiamo l’opportunità di sviluppare una app confrontandoci con gli stessi utenti che poi la utilizzeranno, è stato molto motivante per noi! Ci siamo già resi disponibili per aggiornarla e tenerla in vita il più tempo possibile».

AgevolUp è in fase di rilascio e sarà presto online all’indirizzo https://agevolup.org/