Arriva Reels, la nuova funzione di Instagram: ma non è tutto oro ciò che fa views

Nonostante l’hype generato dall’arrivo di Reels, le metriche delle visualizzazioni, apparentemente migliori di quelle di TikTok, sono diverse da come appaiono: lo spiega Ninjalitics

Instagram Reels
Instagram Reels

L’arrivo di Reels, la nuova funzione di Instagram, diretta concorrente di TikTok ha entusiasmato molti e pone le nuove basi sul futuro dell’app più scaricata dell’anno. I numeri delle views di Reels hanno portato i più a chiedersi se effettivamente non convenga lasciare TikTok per portare la stessa creatività su Instagram, inserendo in un unico social tutto ciò di cui si ha bisogno per fare branding.

Sono proprio i numeri molto alti delle visualizzazioni dei singoli video che hanno portato ad accogliere con entusiasmo la nuova funzione made by Zuckerberg che sono notevolmente maggiori della concorrente. Ma rotto l’incantesimo delle vanity metrics sono in molti a essersi chiesti se davvero il potenziale di Reels corrispondesse a quei numeri.

I primi in Italia a farsi una domanda su questa nuova funzione e sulle sue performance sono stati i fondatori di Ninjalitcs, la piattaforma per valutare i dati e le metriche del proprio e degli altri profili Instagram e TikTok. Con un video pubblicato poche ore dopo l’arrivo di Reels, hanno dimostrato che anche stavolta si tratta di vanity metrics e non di reali visualizzazioni. 

L’analisi del codice di Instagram e la spiegazione di come Reels non sia ancora ai livelli di TikTok

“Non appena pubblicata la nuova funzione, siamo andati a controllare il codice di Instagram per capire quali dati fossero disponibili per poterli integrare all’interno dei dati mostrati da Ninjalitics.com. È in quel momento che ci siamo accorti che Instagram non solo aveva creato una nuova funzione, ma aveva aggiunto un nuovo parametro: i plays. I plays sono una metrica delle visualizzazioni che tiene conto solamente di quante volte il video è stato riprodotto (ovvero è stato visualizzato per almeno 3 secondi) ma non visto parzialmente o del tutto. Le views, come accade già per i post in formato video e IGTV, si contano, invece, dopo alcuni secondi che gli utenti visualizzano il video. In questo modo, mostrando i plays e non le views, sembra che i video siano stati visti da un numero di persone maggiore rispetto alla realtà ma non è così.” spiega Yari Brugnoni, co-fondatore di Ninjalitics.

Ecco spiegato come un video all’apparenza di successo con centinaia di migliaia di visualizzazioni, in realtà, è stato visto parzialmente o completamente da un numero più limitato di persone. Si tratta di vanity metrics ovvero quei numeri come il numero di follower e di like che se all’apparenza può far sembrare interessante un profilo, in realtà può voler dire molte cose che se analizzate in dettaglio vanno a ridimensionare le capacità di influenzare del singolo profilo.

In questo modo, agli occhi degli utenti, sembrerebbe che Instagram regali più visibilità a questi brevi video da 15 secondi mentre invece i fondatori di Ninjalitics hanno dimostrato che ancora le performance di TikTok sono lontane e proprio sulla loro piattaforma, Ninjalitics.com è possibile vedere il numero reale di views e non di plays. Tuttavia, la nuova funzione Reels è attiva solo da pochi giorni e sarà solo questione di tempo per capire se riuscirà a stare al passo inserendo nuove features per rendersi distintiva rispetto al colosso TikTok o se invece ci sarà una pronta risposta proprio dal nuovo competitor.