Dal salotto di casa al mondo dell’industria: quando a “comandare” è la nostra voce

Dopo una campagna di crowdfunding di successo LIFEdata, startup italiana con un team di 36 professionisti provenienti da 7 Paesi consolida la propria roadmap e porta l’Intelligenza Artificiale Voice nelle aziende italiane

Il team di LIFEdata
Il team di LIFEdata
TiscaliNews

Grazie alla rapida diffusione degli smart speaker domestici, oggi in più di 200 mln di abitazioni in tutto il mondo, è ormai diventata un’abitudine, tra le mura di casa, comandare oggetti, ordinare on line, chiedere informazioni sul meteo, sulle notizie principali della giornata, attraverso la propria voce. 

Se nel quotidiano abbiamo capito quanto sia infinitamente più comodo e veloce compiere azioni e impostare comandi con la nostra voce, in ambito enterprise i passi da compiere in questa direzione sono ancora tanti, sebbene Gartner abbia stimato che per le imprese che introducono soluzioni di Intelligenza Artificiale Voice è prevista una crescita di ricavi del +30% entro il 2021.

“In tutti quei settori in cui esistono processi digitali la voce è un acceleratore incredibile. Ove è richiesta l’interazione tra persone e tra uomo e macchina, la voce è in grado di far risparmiare da 3 a 10 volte il tempo e la complessità dell’attività svolta”- spiega Omar Fogliadini, Founder e Managing Partner di LIFEdata.

Semplificare i processi digitali delle aziende sfruttando l’intelligenza artificiale basata sulla voce: l’innovazione di LIFEdata 

Proprio con l’idea di semplificare tutti quei processi complessi che prevedono l’interazione con il digitale, nasce LIFEdata, startup innovativa che sviluppa soluzioni di Voice-Enabled Enterprise. In poche parole la startup ha sviluppato una piattaforma di intelligenza artificiale che permette di trasformare le conversazioni in azioni per far funzionare siti, servizi di eCommerce e snellire processi attraverso l’uso della voce e dell’Instant Messaging, come ad esempio WhatsApp.

La startup ha appena concluso una campagna di crowdfunding grazie alla quale ha raccolto quattro volte quello che si era prefissata inizialmente. Il successo della campagna è testimonianza di un mercato ricettivo, pronto ad accogliere le tecnologie sviluppate da LIFEdata, già oggi disponibili sul mercato. 

Oltre il 70% dei costi interni risparmiati per le imprese che usano la voce

“Trasformando le conversazioni in azioni è possibile risparmiare fino al 70% dei costi interni di un’azienda. - spiega Fogliadini - Attività che un tempo richiedevano l’intervento di programmatori e tecnici ora possono essere svolte in un tempo esponenzialmente più ridotto dal personale dell’azienda. 

La crescita delle richieste da parte delle imprese di questo tipo di soluzioni ci fa capire quanto le imprese abbiano iniziato a comprendere le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale Voice. Ora la sfida per noi è quella di permettere a consumatori e dipendenti di vivere la stessa esperienza con l’azienda su tutti i touchpoint digitali e nel mondo fisico senza avere interruzioni tra i due mondi: è quella che viene chiamata Omni-Channel User Experience, tra i fattori di maggior peso per quanto riguarda la competitività di quelle aziende che operano in diversi ambiti, come ad esempio nel Retail, Banche e Assicurazioni, nel mondo dei Viaggi e dell’Ospitalità e dell’eCommerce.”