Per scoprire i sicari di Mosca e identificare i morti l'Ucraina sta utilizzando l'intelligenza artificiale

Clearview AI ha offerto i suoi servizi gratuitamente. La società è stata criticata per violazioni della privacy dei dati in tutto il mondo

Per scoprire i sicari di Mosca e identificare i morti l'Ucraina sta utilizzando l'intelligenza artificiale
TiscaliNews

L'Ucraina ha iniziato a utilizzare il riconoscimento facciale Clearview AI durante la guerra. Il controverso software che estrae immagini da social media e altre piattaforme la scorsa settimana è stato multato dal Garante privacy italiano.

La notizia è riportata da Reuters online e rilanciata da altri media americani. Il ministero della Difesa ucraino ha avuto libero accesso a Clearview AI, dopo che la società ha inviato una lettera all'Ucraina offrendo i suoi servizi per aiutare a "scoprire assassini russi, combattere la disinformazione e identificare i morti" una volta iniziata l'invasione.

Clearview AI è stata criticata per violazioni della privacy dei dati in tutto il mondo. La scorsa settimana l'Italia ha multato la società per 20 milioni di euro per aver violato le leggi sulla privacy dei consumatori Ue e ha ordinato di cancellare tutti i suoi dati sui residenti in Italia. L'Ufficio del Commissario per le informazioni del Regno Unito ha inoltre ordinato alla società di interrompere l'elaborazione di tutti i dati degli utenti a novembre, la Francia ha emesso un ordine simile a dicembre.

"L'uso sul campo del sistema di riconoscimento facciale Clearview AI apre scenari inquietanti, diversi studi hanno dimostrato che i sistemi di intelligenza artificiale forniscono a volte indicazioni errate, 'falsi positivi', circostanza preoccupante se accade in un contesto di guerra e di confusione": è il parere di Pierluigi Paganini, esperto di cybersecurity e intelligence, sulla notizia che l'Ucraina sta collaborando con la controversa azienda americana, su cui hanno acceso un faro l'Italia e altri paesi europei.