Smartwatch e l'intelligenza artificiale per monitorare e fare previsioni sull'andamento dell'influenza

Lo hanno scoperto i ricercatori dello Scripps Research Translational Institute

Smartwatch e l'intelligenza artificiale per monitorare e fare previsioni sull'andamento dell'influenza
TiscaliNews

I dati di smartwatch e fitness trackers, i braccialetti che monitorano i parametri vitali, possono essere usati per monitorare e predire l'andamento dell'influenza. Lo ha scoperto lo studio pubblicato dalla rivista Lancet Digital Health, secondo i quali questo metodo sarebbe molto più veloce rispetto a quelli usati normalmente.

Ricerca basata sui dati dei Fitbit 

I ricercatori dello Scripps Research Translational Institute hanno utilizzato i dati dei Fitbit, i fitness trackers più comuni, partendo dal presupposto che una persona con l'influenza ha un battito cardiaco più veloce e un ritmo sonno-veglia diverso. Per lo studio sono stati analizzati i dati, resi anonimi, di circa 50mila persone in quattro stati dal marzo 2016 al marzo 2018. Il 60% degli utilizzatori erano donne e l'età media era di 43 anni. La stima dell'epidemia fatta con i tracker è stata poi confrontata con quella riportata di settimana in settimana dai Centri per il controllo delle malattie degli Stati Uniti (Cdc).

Analisi dati migliora la risposta all'epidemia 

"Incorporando i dati dei Fitbit le predizioni sull'influenza per ogni Stato migliorano con una sorveglianza in tempo reale", osservano gli autori della ricerca. Con un numero sufficiente di dati, proseguono, è possibile monitorare l'andamento giorno per giorno e con una distribuzione geografica più capillare. "Una risposta più veloce all'epidemia di influenza - dicono ancora - può prevenire una diffusione ulteriore. Con un accesso ai dati 24 ore al giorno e sette giorni su sette potrebbe essere possibile verificare l'andamento su scala quotidiana e non più settimanale".