In arrivo l'intelligenza artificiale di Google per il check up della pelle

Il gigante americano ha spiegato che l'applicazione si basa sul web. Non sostituisce la consulenza medica

In arrivo il sistema di intelligenza artificiale di Google per il check up della pelle
Foto Ansa
TiscaliNews

Uno strumento di assistenza dermatologica basato sull'intelligenza artificiale e sulla fotocamera del telefono che può aiutare a individuare problemi di pelle, capelli e unghie. Lo ha annunciato Google alla sua Conferenza mondiale degli sviluppatori.

La funzione, non ancora valutata dall'Fda americana, ha ricevuto il marchio CE come dispositivo medico di Classe I, applicabile nell'Ue.

"Ogni anno registriamo quasi dieci miliardi di ricerche Google relative a problemi di pelle, unghie e capelli. Anche se il primo passaggio di molti utenti è il motore di ricerca, può essere difficile descrivere ciò che si vede sulla pelle con le parole – ha spiegato la società - il nostro strumento è un'applicazione che si basa sul web e speriamo di lanciare come progetto pilota entro la fine dell'anno".

Una volta avviata la funzione, bisogna semplicemente scattare delle immagini con la fotocamera del telefono a pelle, capelli o unghie il cui stato può destare preoccupazione, da diverse angolature. Poi verranno poste delle domande all'utente (su tipo di pelle, sintomi e da quanto tempo) e il modello di Intelligenza Artificiale analizzerà queste informazioni e ne trarrà un elenco di possibili corrispondenze.

"Non è destinato a fornire una diagnosi né a sostituire la consulenza medica – ha sottolineato Google - speriamo aiuti ad accedere a informazioni autorevoli per prendere una decisione più informata sui passi successivi da compiere".

"Il modello di AI – ha spiegato la società - tiene conto di diversi fattori come età, sesso, etnia e tipo di pelle e milioni di immagini relative alla pelle curata. E' il culmine di oltre tre anni di ricerca sull'apprendimento automatico e sviluppo di prodotti".