Tiscali.it
SEGUICI

Elezioni americane del 2024: cresce la paura delle fake news. Le mosse di OpenAI

Michael Pontrellidi Michael Pontrelli   
Elezioni americane del 2024: cresce la paura delle fake news. Le mosse di OpenAI

La diffusione dell’intelligenza artificiale (IA) sta facendo sorgere una nuova era della disinformazione che alimenta minacce sempre più significative per le democrazie. L’IA semplifica e velocizza la produzione di informazioni false rendendo sempre più difficile agli elettori/cittadini la distinzione tra fatti e menzogne. Gli algoritmi di intelligenza artificiale possono essere utilizzati per generare testo, immagini, video, registrazioni audio. Contenuti falsi ma iper realistici. I progressi compiuti negli ultimi 12 mesi grazie all’IA generativa sono stati impressionanti e considerando l’importanza che le fake news hanno avuto nelle elezioni americane del 2016 e del 2020 è comprensibile che in giro ci sia molta preoccupazione.

Per non finire nell’occhio del ciclone OpenAI, l’azienda che ha creato ChatGPT, ha annunciato alcune misure precauzionali importanti. L’azienda guidata da Sam Altman non consentirà che la sua tecnologia, attraverso l’utilizzo delle API (application programming interface) venga utilizzata per creare applicazioni per campagne politiche e di lobbyng. E’ stata la stessa azienda americana ad annunciarlo pubblicamente. Il veto riguarderà sia la produzione di testi che di immagini.

Quali le implicazioni più importanti? La prima è che non sarà possibile creare chatbot che rappresentano candidati politici. Su questo fronte negli Stati Uniti sono stati già fatti i primi esperimenti. Celebre il chatbot Ashley della candidata democratica Shamaine Daniels. 

OpenAI introdurrà inoltre strumenti utili per combattere la disinformazione. Gli utenti di ChatGPT potranno segnalare potenziali violazioni. Per quanto riguarda le immagini, la società sta sperimentando uno strumento capace di riconoscere le foto create dall’IA. L’applicazione sarà presto testata con un gruppo di giornalisti e ricercatori. Infine saranno limitate anche le risposte fornite dal ChatGPT ai quesiti di natura politica. 

“Vogliamo assicurarci che la nostra tecnologia non venga utilizzata in un modo che possa minare il processo democratico”. Il tentativo di OpenAI è sicuramente lodevole perché ha il merito di porre in evidenza il problema che senza alcun dubbio esploderà nelle ormai prossime elezioni presidenziali americane.

Le azioni messe in campo dall’azienda di Sam Altman sono sufficienti a garantire consultazioni non condizionate dalle fake news? Decisamente no. Il motivo è molto semplice: ChatGPT pur essendo l’applicazione più nota e rilevante di intelligenza artificiale generativa è solamente una tra le tantissime applicazioni esistenti. Mai come oggi è stato facile produrre contenuti falsi anche senza utilizzare la tecnologia di OpenAI. Le elezioni americane del prossimo novembre saranno un momento storico fondamentale per verificare la tenuta della democrazia, di fronte alla minaccia della disinformazione. 

 

 

 

 

 

Michael Pontrellidi Michael Pontrelli   

I più recenti

Ricercatori propongono un tasto per spegnere l'IA in caso di pericolo, come per il nucleare
Ricercatori propongono un tasto per spegnere l'IA in caso di pericolo, come per il nucleare
Il padre di Trump lo invita a non candidarsi alle presidenziali: ma è un deepfake. Il video
Il padre di Trump lo invita a non candidarsi alle presidenziali: ma è un deepfake. Il video
I video generati da Sora, la nuova intelligenza artificiale che ha sorpreso il mondo
I video generati da Sora, la nuova intelligenza artificiale che ha sorpreso il mondo
Esplode la protesta contro OpenAI: nel mirino l'IA generale e il contratto con il Pentagono
Esplode la protesta contro OpenAI: nel mirino l'IA generale e il contratto con il Pentagono
thunderbird

Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro