Ecco gli occhiali intelligenti che consentono ai non vedenti di leggere e riconoscere volti

Sono prodotti dalla azienda israeliana OrCam e hanno un costo di circa 4500 euro

Ecco gli occhiali intelligenti che consentono ai non vedenti di leggere e riconoscere volti
Foto OrCam

Apparentemente sono normalissimi occhiali, in realtà sono un prodotto di altissima tecnologia che rivoluziona la vita di chi ha gravi problemi alla vista. Sono gli occhiali MyEye prodotti dall’azienda israeliana OrCam per assistere i non vedenti o gli ipovedenti nella loro quotidianità.

Il funzionamento del dispositivo è abbastanza semplice. Gli occhiali sono dotati di una piccola videocamera che cattura ciò che circonda chi li indossa e grazie all'intelligenza artificiale traduce il tutto in parole e in tempo reale. 

Gli occhiali sono in grado di riconoscere fino a cento volti e oltre 200 oggetti. Quando la videocamera li inquadra, il dispositivo sussurra all’orecchio di chi li indossa ciò che sta vedendo.

I MyEye hanno anche un’altra funzione molto importante: il riconoscimento dei testi. E’ sufficiente toccare la pagine e il dispositivo procede alla lettura.

Gli occhiali israeliani sono dunque il risultato dei grandi progressi compiuti dall’intelligenza artificiale nella computer vision e nel natural language processing ovvero la capacità di riconoscere volti, oggetti, di capire il linguaggio scritto e di tradurlo in parole.

La tecnologia è ancora poco nota ma un contributo alla sua popolarità in Italia è arrivato dal programma Domenica Live di Barbara D’Urso che ha intervistato la cantante non vedente, Annalisa Minetti, che ha perso la vista quando aveva 21 anni a causa di una malattia.

“Per voi molte cose sono scontate, ma non lo erano per me. L’idea di prendere un libro e leggere effettivamente una favola non inventarla ai miei figli, è una grande ricchezza che prima non avevo e adesso ho” ha spiegato Minetti parlando di come questi dispostivi le hanno cambiato la vita.

Un esempio virtuoso dunque di come le moderne tecnologie basate sull'intelligenza artificiale possono, se utilizzate in modo corretto, contribuire a migliorare la vita di milioni di persone. Secondo l'OMS (Organizzazione mondiale della sanità) nel mondo ci sono 217 milioni di ipovedenti e 36 milioni di ciechi, per un totale di 253 milioni di disabili visivi. Per tutti loro i MyEye di OrCam sono più che una semplice speranza. 

Ecco come funzionano i MyEye