Tiscali.it
SEGUICI

Smart security, è boom delle spy cam sempre più innovative: guida all'acquisto

Sempre più italiani acquistano prodotti “smart” per rendere la casa sicura. Lo dice una recente ricerca dell'osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano.

Innova Italiadi Innova Italia   
Smart security, è boom delle microcamere spia sempre più innovative: guida all'acquisto delle migliori spy cam
Fonte Foto: Doctorspy

Nel 2021, il mercato della smart security ha segnato un incremento del 20%. Merito soprattutto di un prodotto: le telecamere.

Si tratta di dispositivi che hanno beneficiato notevolmente dei progressi tecnologici. I tradizionali impianti di videosorveglianza, un tempo cablati e costosissimi, possono essere facilmente sostituiti, oggi, da micro telecamere wifi o con video registratore digitale incorporato (DVR), facilissime da installare o già nascoste in oggetti.

In questo articolo vedremo alcuni consigli per scegliere il dispositivo più adatto alle proprie esigenze, senza trascurare gli aspetti, fondamentali, della privacy.

Cos'è e come funziona una microcamera spia

Il mercato è caratterizzato da una sovrabbondanza di dispositivi. Le caratteristiche variano notevolmente da prodotto a prodotto, e così i prezzi. Per orientarci meglio in questa giungla, abbiamo chiesto agli esperti della Doctorspy di darci una mano.

Doctorspy è un'azienda specializzata nella vendita di apparati per l'investigazione e lo spionaggio. Sul sito www.doctorspy.it è disponibile un vasto assortimento di microcamere spia professionali, spy cam o telecamere spia per ogni esigenza.

“Con il termine microcamera si intende una videocamera miniaturizzata”, spiegano i tecnici dell'azienda. Nei modelli più avanzati, l'ottica è estremamente piccola. Il termine tecnico corretto è “pinhole”, letteralmente “foro di spillo”. L'ottica è di dimensioni così ridotte che non può essere individuata a occhio nudo.

La prima grande differenza, come già accennato, è tra micro telecamere wifi o con DVR.

“Le telecamere wifi permettono di trasmettere immagini a distanza illimitata”, riferiscono gli esperti della Doctorspy. “Si connettono alla rete domestica o aziendale. Tramite una app per cellulare o tablet consentono di vedere in tempo reale ciò che la telecamera vede. La app permette inoltre di gestire le impostazioni del dispositivo.”

DVR, invece, sta per Digital Video Recorder. “È un sistema di videoregistrazione digitale integrato. I file audio / video vengono memorizzati su una memoria interna o una scheda micro SD la cui capacità varia a seconda del dispositivo. I file possono essere trasportati su PC e visualizzati con un normale player video.”

Una caratteristica tipicamente molto apprezzata è il rilevamento del movimento. I modelli con questa funzionalità sono dotati di uno speciale sensore. La microtelecamera si attiva quando nell'ambiente viene rilevato un movimento. Terminata l'azione, il dispositivo torna in stand-by.

Il vantaggio, rilevano da Doctorspy, è duplice: “Si ha la certezza di non perdere alcun evento saliente, senza tempi morti. In più, si risparmia sulla batteria”. Il motion detection, infatti, migliora l'autonomia dei dispositivi, che in stand-by può arrivare a svariate decine di giorni.

Altre funzionalità disponibili sui modelli professionali sono: il rilevamento del calore corporeo, l'ottica grandangolare, gli infrarossi. Questi ultimi risultano fondamentali per attività di sorveglianza in scarse condizioni di luce. L'ideale è acquistare microcamere con infrarossi invisibili, non rilevabili a occhio umano. Massima discrezione assicurata.

L'ottica può essere ottimizzata per riprese panoramiche o per lettura testi. Le microtelecamere di questo tipo consentono la lettura di documenti web e cartacei fino a 50 cm di distanza.

Dove nascondere una microcamera spia in casa

Le microcamere spia possono essere occultate o non occultate. Le microcamere occultate sono quelle già nascoste in oggetti di uso quotidiano: occhiali, orologi, sensori di fumo, alimentatori, chiavette USB, piante, cornici portafoto, penne, elettrodomestici e quant'altro.

In questo caso, l'installazione è piuttosto semplice. Questi prodotti possono essere facilmente collocati in qualsiasi ambiente della propria abitazione senza destare sospetti.

Le microcamere non occultate sono i dispositivi “nudi”. “I modelli professionali, grazie alle dimensioni estremamente ridotte, possono essere facilmente nascosti”, sottolineano da Doctorspy.

Dove? In armadi, dietro quadri, specchi, sopra la porta, in un lampadario, persino in prese della corrente, nello spioncino o nel pulsante del campanello.

Gli scopi possono essere molteplici. Proteggersi contro ladri e intrusi, ma anche sorvegliare il personale domestico, un anziano non autosufficiente, i propri figli minori, un cane o un gatto, la propria postazione di lavoro, l'auto nel garage, un oggetto prezioso.

Videosorveglianza e privacy

Ultimo capitolo, certo non per importanza, è quello dedicato alla privacy. Cosa si può e cosa non si può riprendere con una telecamera spia?

Il Garante ha stabilito che è possibile installare dispositivi di controllo miniaturizzati nella propria abitazione senza chiedere alcun permesso.

Tramite le telecamere nascoste in casa è possibile monitorare badanti, colf, babysitter senza avvisare dell'attività di controllo in corso, a patto che lo scopo sia raccogliere prove di un reato (c.d. controlli difensivi).

In generale, i dati raccolti vanno protetti tramite misure di sicurezza idonee. È vietato diffondere le immagini registrate, fatto salvo il caso in cui vengano allegate a una denuncia presso le forze dell’ordine.

Particolare attenzione va riservata alle riprese in esterni. Riprendere qualcuno a sua insaputa può configurare il reato di interferenze illecite nella vita privata (art. 615 bis del Codice Penale). Le telecamere devono essere sempre puntate sugli spazi di propria pertinenza.

Nei condomini non possono essere riprese di nascosto le aree comuni (scale, pianerottolo, cortili, parti comuni dell'autorimessa). Per questo genere di esigenze, l'installazione di telecamere deve essere approvata dalla assemblea condominiale.

La presenza dei dispositivi di controllo, inoltre, va segnalata con appositi cartelli, come da normativa. Le registrazioni effettuate devono essere conservate per un tempo congruo al raggiungimento dello scopo per cui le telecamere sono state installate.

Innova Italiadi Innova Italia   
I più recenti
Ora la domotica si applica anche agli infissi porte e finestre diventano smart
Ora la domotica si applica anche agli infissi porte e finestre diventano smart
La qualità del settore vinicolo è avvantaggiata dall’intelligenza artificiale
La qualità del settore vinicolo è avvantaggiata dall’intelligenza artificiale
Consigli per acquisti arriva lo shopping online con un tocco umano
Consigli per acquisti arriva lo shopping online con un tocco umano
Avanguardia tecnologica le rivoluzioni in atto su PC e accessori
Avanguardia tecnologica le rivoluzioni in atto su PC e accessori
thunderbird
Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro