Tiscali.it
SEGUICI

Trasporto 3D, un centro di competenze internazionale per rivoluzionare la mobilità

Fondato in Svizzera dallo Swiss Institute for Disruptive Innovation (SIDI), il Centro di Competenza per il Trasporto 3D (CC3DT) è una realtà internazionale che promuove lo sviluppo e l'adozione di soluzioni innovative per il trasporto del futuro, costruendo reti selezionate di stakeholder della mobilità e influenzando attivamente la forma delle infrastrutture urbane e dei trasporti.

Simone Trebbidi Simone Trebbi   
Trasporto 3D, un centro di competenze internazionale per rivoluzionare la mobilità

L’opinione di Michio Kaku, fisico e tra i maggiori esperti mondiali in tecnologie del futuro, è che “esiste una sola opzione in grado di rispondere adeguatamente all’incessante incremento del traffico urbano: la capacità di spostare merci e persone nelle tre dimensioni”.

Per ragioni facili da comprendere, la mobilità di domani è al centro del dibattito sociale, economico e scientifico: dai suoi sviluppi dipenderà infatti una parte rilevante del nostro futuro come soggetti attivi all’interno dei tessuti urbani.

Al momento attuale c’è almeno una singola previsione che vede concordi tutti gli analisti di settore.

La prossima rivoluzione dei trasporti sarà dirompente e coinvolgerà due protagonisti principali: i sistemi di guida autonoma per le auto e i droni evoluti per il trasporto sicuro di merci e persone.

L’idea di rendere il cielo uno spazio per il trasporto sostenibile è sostenuta da soluzioni già mature per essere testate, su tutte i droni Xlabs di Huawei o il Drone Taxi Service, un Volocopter elettrico a guida autonoma e pronto a trasportare due passeggeri nei cieli di Dubai entro pochi anni.

Ambito vastissimo e multisettoriale, il trasporto 3D - capace quindi di mettere l’innovazione tecnologica al servizio della nuova mobilità – presenta vantaggi a 360 gradi.

Ciononostante, a mancare è soprattutto una visione strategica d’insieme che agisca sul piano infrastrutturale anche in ottica smart city.

Una sfida ambiziosa, determinante per una transizione sostenibile e che, per essere realizzata, necessita di una visione multidisciplinare in grado di mettere assieme attori accomunati dalla stessa missione.

Con tutto il fascino di un futuro che andrà reimmaginato da zero.

Non sorprende quindi come la volontà di aggregare energie e creare opportunità nel campo del trasporto 3D, favorendo una sinergia condivisa, abbia dato vita a un nuovo centro di competenze internazionale.

Fondato in Svizzera dallo Swiss Institute for Disruptive Innovation (SIDI), il Centro di Competenza per il Trasporto 3D (CC3DT) è una realtà internazionale attiva nella ricerca e sviluppo che si concentra su soluzioni di trasporto innovative per il futuro, per promuovere l'adozione di soluzioni di trasporto dal grande potenziale.

L’obiettivo è proprio quello di approcciare la prossima rivoluzione dei trasporti, già oggi un megatrend di mercato, costruendo reti selezionate di stakeholder della mobilità, influenzando attivamente la forma delle infrastrutture urbane e dei trasporti e, non ultimo, essere un punto di riferimento a 360 gradi.

Il cuore delle attività organizzate dal Centro, che si pone come istituto di ricerca e diffusione, saranno quindi il supporto verso gli enti pubblici nella valutazione di progetti di trasporto dirompenti, l’aiuto nella legislazione in merito al futuro della mobilità e la capacità di fornire una visione altamente qualificata su come orientare gli investimenti.

Sarà proprio il corretto impiego delle risorse finanziarie a fare la differenza, considerando le straordinarie potenzialità a livello di filiera per le aziende che operano nel settore dei trasporti; un aspetto ancora più interessante se inserito in una prospettiva più ampia.

I nuovi paradigmi di una mobilità da ridisegnare, infatti, trovano la propria collocazione naturale all’interno del concetto di smart city.

Le città intelligenti, secondo la vision espressa dalla commissione europea, dovranno dotarsi di reti di trasporto urbano intelligenti, in grado quindi di coniugare le esigenze quotidiane con tutte le innovazioni della smart mobility.

Anche e soprattutto via cielo, uno dei segmenti che sta attirando più industrie e investitori in assoluto.

Con un valore complessivo stimato in 6 trilioni di dollari entro il 2030, il mercato della Advanced Air Mobility (AAM) in ambito urbano mira a favorire gli spostamenti di merci e persone sfruttando il cielo in maniera ottimizzata, riducendo gli spostamenti via terra grazie a veicoli a decollo verticale e sistemi intelligenti di gestione del traffico aereo.

Affinché un’innovazione così dirompente possa essere applicabile in tempi brevi all’interno delle città, occorre uno sforzo congiunto che unisca reti di infrastrutture interconnesse e modalità di trasporto economiche, sostenibili, a basso impatto e funzionali in contesti ad alta densità abitativa.

Ma viaggiando a quote ancora più alte, a essere coinvolto sarà presto anche lo spazio.

Destinato a diventare un mega mercato anche più grande di quello via terra, potrebbe ospitare a breve colonie in orbita, laboratori, fabbriche, miniere sulla Luna, Marte e persino asteroidi.

Oltre all’appeal futuristico del turismo spaziale, soluzioni di questo tipo si renderanno necessarie anche in ottica sostenibilità, ad esempio spostando nello spazio industrie altamente inquinanti.

Per il sistema dei trasporti, così come per quello logistico, la sfida sarà prevedere uno scenario in cui le consegne, come oggi avviene grazie ai corrieri merci, verranno effettuate anche al di fuori dell’atmosfera terrestre.

Una dimensione ancora inesplorata sotto questo profilo e che, tracciando un parallelismo, ha più elementi in comune con la scoperta delle Americhe e con la conquista del West di quanto non si pensi.

Un risultato difficile da raggiungere, come intuito dal Centro di Competenza per il Trasporto 3D (CC3DT), senza la collaborazione di un network con competenze multidisciplinari in grado di coinvolgere i protagonisti del settore, riunendo diverse industrie, discipline e amministrazioni pubbliche, e generare quindi una comprensione condivisa.

Forte della propria esperienza grazie a ricerche sulle tecnologie di trasporto 3D – che includono potenzialmente auto volanti, veicoli a decollo e atterraggio verticale (VTOL) e altri tipi di veicoli autonomi – il Centro ha recentemente organizzato un webinar incentrato sul futuro dei trasporti in una società sempre più interconnessa.

L’evento ha visto la partecipazione di esperti del settore e ha suscitato un notevole interesse, grazie alla partecipazione di relatori autorevoli come il direttore del SIDI Pietro Veragouth, Marco Zerauscheck, direttore del CC3DT, Sam Baker, managing partner di Mobility Found, e Bernard Soriano, vice capo del Dipartimento dei veicoli della California, con esperienza legislativa nel campo dei veicoli autonomi.  

Simone Trebbidi Simone Trebbi   

I più recenti

Arriva il semaforo anti-distratti da smartphone: prime installazioni in Italia. Come funzionano
Arriva il semaforo anti-distratti da smartphone: prime installazioni in Italia. Come funzionano
La tecnologia come motore dello sviluppo turistico: al via il progetto AltrOVEST Sardinia
La tecnologia come motore dello sviluppo turistico: al via il progetto AltrOVEST Sardinia
Ecco come l'Arabia Saudita sta investendo nella tecnologia del futuro
Ecco come l'Arabia Saudita sta investendo nella tecnologia del futuro
Perché in futuro l’uso dell’automobile potrebbe essere un privilegio per pochi
Perché in futuro l’uso dell’automobile potrebbe essere un privilegio per pochi
thunderbird

Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro