Dichiarazione per il futuro di internet: tra i paesi firmatari c'è anche l'Italia

L'iniziativa è stata promossa dall'America. L'obiettivo è promuove una rete globale aperta, inclusiva e sostenibile

Dichiarazione per il futuro di internet: tra i paesi firmatari c'è anche l'Italia
Foto Pixabay
TiscaliNews

Oltre 60 Stati guidati dagli Stati Uniti hanno lanciato una Dichiarazione per il futuro di internet, impegnandosi a favore di "un singolo internet globale che sia davvero aperto e che promuova la competizione, la privacy, il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali di tutte le persone", nonché "il libero flusso dell'informazione" e una "connettività inclusiva e sostenibile in modo che tutti possano beneficiare dell'economia digitale". Tra i paesi firmatari del documento ci sono anche l'Italia e l'Ucraina

Nel firmare la Dichiarazione, ha reso noto la Casa Bianca, "gli Usa e i partner lavoreranno insieme per promuovere questa visione e i suoi principi globalmente, rispettando reciprocamente l'autonomia regolatoria nelle loro giurisdizioni e in accordo con le loro rispettive leggi domestiche e gli obblighi legali internazionali".

La Casa Bianca ha sottolineato che se da un lato internet è stato "rivoluzionario" dall'altro "ha creato serie sfide politiche": "globalmente assistiamo alla tendenza di un crescente autoritarismo digitale in cui alcuni Stati agiscono per reprimere la libertà di espressione, censurano i siti di notizie indipendenti, interferiscono con le elezioni, promuovono la disinformazione e negano ai loro cittadini altri diritti umani".

"Nello stesso tempo milioni di persone si trovano ancora di fronte a barriere per accedervi, mentre i rischi e le minacce della cybersicurezza minacciano la fiducia e l'affidabilità dei network", si legge nella nota della presidenza Usa.