Italia: Fim Cisl primo sindacato al mondo ad emettere la tessera su blockchain

Il sindacato italiano Fim Cisl ha avviato una sperimentazione per testare l'emissione e la gestione delle tessere sindacali su blockchain

Marco Bentivogli Fim Cisl

Il sindacato italiano Fim Cisl ha annunciato ufficialmente l'avvio di una sperimentazione per testare l'emissione e la gestione delle tessere sindacali su blockchain

Si tratterà di una tessera digitale tokenizzata basata sulla blockchain di Ethereum, e gestibile attraverso app e transazioni su wallet. 

L'obiettivo del sindacato sarebbe quello di tenere traccia in modo certificato del numero di iscritti, in modo da avere una base utile per scambiare comunicazioni, informazioni e nuovi servizi in modo sicuro e certificato tra il sindacato stesso e gli iscritti.  

La fase di sperimentazione è stata avviata, ma non è ancora noto quando si potrebbe concludere. In teoria sarebbe previsto il rilascio tra qualche mese, ma visto che queste sono sperimentazioni mai eseguite prima nel mondo, qualche imprevisto potrebbe sempre esserci. 

Tempo fa proprio il segretario di Fim Cisl, Marco Bentivogli, aveva redatto insieme al tecnologo Massimo Chiriatti un manifesto per l'adozione della blockchain nel mondo del lavoro, che era poi stato pubblicato dal Sole 24 Ore ottenendo un discreto successo. 
Pertanto non è affatto un caso se proprio la Fim Cisl di Marco Bentivogli, per quanto se ne sa, sia il primo sindacato al mondo a testare l'emissione e la gestione delle tessere sindacali su blockchain. 

Nello specifico l'utilizzo della blockchain, ed in particolare di quella decentralizzata di Ethereum, serve ad avere certezza pressoché assoluta del numero di tessere emesse, e del fatto che non ve siano due uguali, consentendo allo stesso tempo a chiunque di poter verificare queste informazioni
Ovvero ogni tessera emessa avrà un codice univoco, e chiunque potrà andare a verificare sulla blockchain pubblica di Ethereum che quel numero corrisponda a quello di una tessera valida emessa proprio dal sindacato Fim Cisl. 

Partendo da questo risultato di base, il sindacato sembra propenso a continuare la sperimentazione in futuro, immaginando altri utilizzi di queste nuove tecnologie. 

Non bisogna dimenticarsi infatti che una blockchain pubblica e decentralizzata come quella di Ethereum consente di ottenere certezza pressoché assoluta che i dati in essa registrati non siano nè duplicabili nè manomettibili, dando allo stesso tempo realmente a tutti la possibilità di andare a verificare che ciò sia vero in prima persona, senza doversi fidare di alcun intermediario. 
Inoltre consente di avere certezza assoluta anche di chi ha registrato quei dati, e quando, visto che sia il mittente che il cosiddetto timestamp sono pubblici e non falsificabili. 

In altre parole ad ogni oggetto assolutamente unico può essere associato un codice, che può essere poi registrato e conservato per sempre su una blockchain pubblica come quella di Ethereum, in modo che chiunque possa andare a verificare chi abbia registrato quel codice sulla blockchain, e quando, ottenendo oltretutto risultati certi, non manipolabili, e di fatto eterni. 

Pertanto non solo le tessere possono essere registrate in blockchain, ma possono esserlo anche oggetti creati in copie uniche o limitate, come quadri, oggetti da collezione, stampe numerate, persino automobili. 
La registrazione in blockchain tuttavia è anonima, ma l'autore della registrazione è chiaramente ed univocamente rappresentato da un identificativo unico che, tramite firma digitale, solo il suo reale possessore può dimostrare, senza ombra di dubbio, di possedere. 

In questo modo è possibile verificare con un elevatissimo grado di certezza a chi appartenesse quel codice quando è stato registrato sulla blockchain, in modo da evitarne la falsificazione, e di essere anche certi che questa informazione non possa essere mai nè rimossa nè alterata da nessuno. 

L'esempio di Fim Cisl è perfettamente calzante, e potrà essere esteso anche a qualsiasi altro soggetto che emetta tessere identificative uniche.