A novembre un segnale positivo inaspettato per l'economia europea

Contrariamente alle attese l'indice Sentix che misura la fiducia degli investitori sull'economia della zona euro è migliorato, non accadeva dallo scorso agosto

novembre segnale positivo inaspettato economia europea indice sentix
TiscaliNews

Novembre regala finalmente una buona notizia. Per la prima volta in tre mesi è migliorato il morale degli investitori europei. L'indice Sentix per la zona euro è salito a -30,9 punti a novembre da -38,3 di ottobre, superando le aspettative degli analisti intervistati da Reuters, che avevano previsto un dato a -35,0.

L'indice Sentix Investor Confidence misura il livello di fiducia degli investitori nell'attività economica. Si tratta di un indicatore chiave. Dati elevati segnalano un maggiore ottimismo. 

Andamento dell'Indice Sentix (fonte Investing.com)

Come si può vedere nel grafico di sopra il quadro generale rimane negativo ma il dato di novembre alimenta la speranza sulla tenuta dei mercati finanziari. Almeno per il momento non dovrebbe esserci una capitolazione con conseguenze drammatiche sui risparmiatori e dunque sull'economia reale. 

Il direttore di Sentix Manfred Huebner ha affermato che il rialzo è dipeso in gran parte da un ridimensionamento dei timori esistenti sul fronte energetico.

Temperature più calde rispetto alla media e prezzi dell’energia in calo dovrebbero impedire il razionamento del gas nel continente il prossimo inverno. "I prezzi del gas del mercato spot sono crollati. I timori per una catastrofica carenza di gas stanno svanendo" ha spiegato Huebner.

Andamento del prezzo del gas naturale alla Borsa di Amsterdam (fonte Investing.com)

Ad alimentare l’ottimismo anche i livelli di stoccaggio del gas molto elevati in Germania, che come è la locomotiva dell’intera economia europea. 

Per la prima volta dopo mesi stanno poi iniziando a circolare ipotesi su possibili negoziazioni di pace tra Ucraina e Russia. Il viceministro degli Esteri russo Andrey Rudenko è addirittura dovuto intervenire per smentire che siano in corso trattative segrete tra Mosca e Washington. La pace potrebbe essere meno lontana rispetto al passato e questo scenario sarebbe una "liberazione" per l'economia europea.