Il progetto "La finanza amichevole" da dove nasce e come si sviluppa

Ho deciso di condividere la mia esperienza e le mie conoscenze, cercando di rendere i concetti ostici della finanza alla portata di tutti.

Il progetto 'La finanza amichevole' da dove nasce e come si sviluppa

Ciao a tutti, durante la mia vita di lavoro in banca - prima come operatore di borsa e poi, sino ad oggi, come Consulente Finanziario - mi sono purtroppo reso conto che a molti, giovani e meno giovani, mancano le necessarie conoscenze in materia di economia e di finanza, e spesso anche le più semplici nozioni di base di queste due fondamentali discipline.

Ho deciso pertanto di condividere la mia esperienza e le mie conoscenze, cercando di rendere accessibili a tutti le informazioni indispensabili, con un linguaggio semplice ed essenziale, in modo che chiunque possa imparare a districarsi in un mondo complesso, che ha le sue proprie regole, del tutto particolari.

Di solito non ci poniamo il problema della gestione dei risparmi e spendiamo soldi senza conoscere neppure il funzionamento degli strumenti di pagamento che utilizziamo.

Solo per fare un esempio, se realizzassimo un sondaggio su quante persone conoscono la differenza tra un bancomat e una carta di credito, probabilmente avremmo delle brutte sorprese, soprattutto per quanto riguarda i giovani: ciò può, e deve, farci capire quanto sia importante che i genitori si preoccupino di dare un’adeguata formazione ai figli in tal senso.

Tutto quello che è successo e continua ad accadere nel mondo, da un punto di vista di crisi finanziarie di società e di paesi, ci rivela quanta poca conoscenza, quanta negligenza e perfino quanta disonestà ci siano state anche ai vertici della piramide finanziaria mondiale.

Cercherò dunque di fornire informazioni chiare, usando termini comprensibili per tutti, perché sono convinto che una maggiore consapevolezza aiuterà noi, e soprattutto le future generazioni, a capire come funziona il complesso mondo della finanza e a non incorrere in errori che possono pregiudicare la sicurezza economica individuale e collettiva.

I giovani sono i nuovi pilastri della società, è nostro dovere dare loro quella formazione e quelle conoscenze che gli permetteranno di orientarsi in un settore intorno al quale oramai ruota tutto il mondo.

Proviamo ad aiutarli in tal senso.

Questo ovviamente vale anche per i meno giovani, la cultura finanziaria in Italia non è molto elevata. 

Ogni volta vi lascerò con una citazione, questa proprio adatta ai giovani.  

“Investi su te stesso, perché tu sei il più importante patrimonio.”
Warren Edward Buffett

Rendiamo la finanza amichevole, vi aspetto.


Alessandro Fatichi