Sondaggi online illegali: a cosa bisogna fare attenzione prima di lanciarli?

Come scoprire se un sondaggio è illegale e come vengono trattati i nostri dati personali

Sondaggi online illegali: a cosa bisogna fare attenzione prima di lanciarli?

Nell’epoca dello SPAM, della rivoluzione che ha travolto l’Europa con la GDPR e dopo lo scandalo Cambridge Analytica è diventato importantissimo se non fondamentale per le aziende trattare i dati dei propri clienti in modo trasparente e legale.

Ciò vale anche in fase di acquisizione contatti, quando l’azienda vuole incrementare il proprio database con numeri di telefono o email in modo da ricontattare i potenziali clienti.

Vale anche per il retargeting o remarketing. Quando siamo sui social o su un sito e vediamo il post o banner sponsorizzato del sito web in cui abbiamo cercato delle scarpe rosse qualche ora prima. 

Infatti molto più spesso i dati che diamo alle aziende non sono “espliciti” ma fanno più riferimento agli indirizzi IP, interessi, gusti, preferenze. 

Per fare tutto ciò in modo trasparente è importante che ogni sito web o app abbia l’autorizzazione dell’utente accettando la privacy policy e il tracciamento dei cookies.

Fare dei sondaggi di mercato in modo legale

Anche i sondaggi devono possedere tutti i requisiti necessari richiesti dalla normativa europea sulla GDPR.

Le ricerche di mercato spesso si effettuano chiedendo ai clienti (o potenziali tali) quali sono le loro abitudini di acquisto, qual è il servizio che preferiscono, a cosa sono interessati, le valutazioni preliminari e anche la qualità del customer care.

La partecipazione al poll deve essere sempre volontaria, senza nessuna costrizione. L’invito deve essere inviato tramite email solo agli iscritti alla newsletter o in modo volontario tra i canali in cui abbiamo pubblicato il link al sondaggio.

All’interno della Landing Page si trova il sondaggio, come per ogni sito web è importante che i dati siano trattati solo dopo l’accettazione della cookies policy.

Se il sondaggio prevede la compilazione di un Form per partecipare, come ad esempio quando richiedono nome, cognome e email, deve esserci anche il check box per l’accettazione ai termini e condizioni della privacy, e nel caso si trattasse di un contest abbinato al sondaggio, anche del regolamento.

Esistono dei software online come Leevia che permettono di costruire i sondaggi avente al suo interno tutte queste condizioni che dovrebbero essere programmate ad hoc. 

“Partecipa al sondaggio e scopri se hai vinto”: i sondaggi come contest

Per le aziende è importante che i software che scelgono di usare per la costruzione del sondaggio, quando promuovono un concorso con la promessa di un premio finale per la partecipazione, posseggano anche il certificato di idoneità per effettuare contest sul suolo italiano e inoltre che abbiamo degli avanzati filtri anti frode per evitare di popolare il database di fake email. 

Ora che conosci le regole per effettuare il tuo sondaggio online puoi iniziare subito a creare un poll per fare la tua prima indagine di mercato.

   | Sito web  |   | Instagram  | Facebook