Netflix fa pace con il fisco italiano: ecco quanti milioni di euro deve pagare

La piattaforma americana pagherà oltre 55 milioni di euro per chiudere il contenzioso con l'Agenzia delle Entrate

La piattaforma americana pagherà oltre 55 milioni di euro per chiudere il contenzioso con l'Agenzia delle Entrate
Foto Ansa
TiscaliNews

Netflix, il colosso californiano che distribuisce in streaming film e serie tv a pagamento, fa pace col Fisco italiano e chiude il contenzioso con l'Agenzia delle Entrate versando 55 milioni e 850 mila euro circa in un'unica soluzione.

Si definisce così il fronte tributario in seguito all'inchiesta della Procura di Milano e del Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf milanese per omessa dichiarazione dei redditi, ossia per tasse non versate in Italia.

Il Gruppo, nel frattempo, dal primo gennaio 2022 ha aperto una sede operativa in Italia

La notizia non può che far piacere ai contribuenti italiani. Sorge però una domanda: perché è così difficile far pagare le tasse ai big dell'economia digitale? 

Il fatto che per costringere i colossi americani del web a pagare quanto dovuto al fisco bisogna ogni volta ricorrere ai giudici e alla Guardia di finanza è un chiaro sintomo che l'attuale normativa non va bene: Stato italiano e più in generale Unione Europea dovrebbero intervenire una volta per tutte per combattere evasione ed elusione fiscale. E' un problema su cui non si può più perdere tempo.