Nasce la nuova Tiscali: via libera delle banche al piano industriale. Ecco i punti principali

Stipulato l’atto di fusione relativo all’incorporazione di Linkem Retail che avrà efficacia dal 1° agosto 2022. Si tratta della fase conclusiva della complessa operazione comunicata dalle due società alla fine del 2021

Davide Rota, amministratore delegato di Tiscali
Davide Rota, amministratore delegato di Tiscali
TiscaliNews

Nasce la "nuova" Tiscali. Le banche hanno validato il piano industriale e inizia un nuovo capitolo della storia della società. Tiscali informa che il 17 luglio 2022 è stato stipulato l’atto di fusione relativo all’incorporazione di Linkem Retail. Si tratta della fase conclusiva della complessa operazione comunicata dalle due società alla fine del 2021 e che si basa su un nuovo piano industriale validato anche dal mondo bancario.

Grazie alla fusione, che avrà efficacia dal 1° agosto 2022, Tiscali supera definitivamente il piano attestato ex art. 67 L.F. e si proietta verso il futuro della nuova realtà industriale che sfrutterà tutte le potenzialità e gli asset del Gruppo Tiscali e del Gruppo Linkem.

La “nuova” Tiscali esce da una fase molto delicata ed è ora pronta ad offrire le migliori soluzioni di connettività per le famiglie e per il mercato delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, destinate ad una completa trasformazione digitale basata su servizi fissi, mobili, 5G e cloud.

A servizio della fusione Tiscali emetterà in favore di Linkem S.p.A., socio unico di Linkem Retail, n. 104.025.497 azioni ordinarie da assegnarsi a Linkem S.p.A., per servire il rapporto di cambio, per un importo complessivo pari a euro 103.858.806. Al fine di ricondurre tutte le attività retail al medesimo livello, in sostanziale contestualità con il perfezionamento della fusione, il ramo d’azienda Linkem è stato oggetto di conferimento, da parte di Tiscali, in favore della società operativa Tiscali Italia S.p.A..

Il piano industriale prevede lo sviluppo di quattro pilastri principali:

Area Telco: punta a consolidare l’attuale posizionamento, grazie ad un’offerta integrata di servizi fissi e mobile

Area Media&Tech: ha l'obiettivo di potenziare e valorizzare il Portale Tiscali.it attraverso lo sviluppo di nuovi contenuti, prodotti e servizi a valore aggiunto. 

Area Future Communities: promuove lo sviluppo di comunità basate sull'adozione di servizi intelligenti e a valore aggiunto, attraverso la creazione di strumenti, piattaforme e servizi verticali.

Area Cloud: prevede lo sviluppo di infrastrutture e servizi Cloud rivolti alle imprese e alla Pubblica Amministrazione, anche grazie al supporto dei fondi del PNRR ed i finanziamenti comunitari.

E' previsto inoltre un pilastro trasversale, funzionale e finalizzato ad integrare efficacemente gli asset organizzativi con l'obiettivo di generare significative sinergie industriali.

Inoltre il consiglio ha preso atto della positiva conclusione delle interlocuzioni con i creditori senior del gruppo e del raggiungimento di un'intesa in merito alle richieste di modifica dei contratti di finanziamento in essere avanzate dalla società.

Il piano, infatti, prevede il prepagamento del Senior Loan per 2,6 milioni di euro a settembre prossimo e per 1,3 milioni suddiviso tra gennaio e febbraio 2023, nonché l'incremento del tasso d'interesse applicato dall'1,5% al 2%.

E' stata infine approvata la costituzione di Veesible, la nuova società controllata che avrà come focus le attività pubblicitarie e di advertising del gruppo.