Instagram, un libro spiega come le imprese fanno business sulla piattaforma

Con oltre un miliardo di utenti attivi, di cui 25,6 milioni in Italia, Instagram rappresenta un'enorme vetrina per le imprese. Un nuovo libro uscito per IBEX Edizioni, "Instagram Business" di Giò Fumagalli, spiega con 9 casi di successo come le imprese italiane lo utilizzano per promuoversi in maniera strategica.

Instagram, un libro spiega come le imprese fanno business sulla piattaforma

Tutto nasce dalla passione per i whiskey di pregio.

Kevin Systrom, nel 2009 dipendente della startup NextStop e con alle spalle un’esperienza in Google, impara a programmare nel tempo libero e sviluppa un prototipo di Web App: Burbn

L’idea nasce dalla sua passione per i distillati di alta gamma e ha, come obiettivo, riunire in un’unica piattaforma persone accomunate dalla stessa mania.

Con una particolarità, inedita per l’epoca: oltre alla geolocalizzazione e alla possibilità di pubblicare aggiornamenti, gli utenti possono anche condividere fotografie.

Durante una festa nella Silicon Valley, appena un anno dopo, Systrom incontra due venture capitalist, raccoglie 500mila dollari di finanziamenti iniziali e si dedica a tempo pieno alla sua creazione.

Decisivo sarà l’ingresso di Mike Krieger, ingegnere e UX designer.

Dalla comunione d’intenti nascerà Instagram, app dei record che ha richiesto appena otto settimane di sviluppo prima di essere immessa sul sistema operativo mobile di Apple, e acquistata da Facebook due anni dopo – con contanti e azioni – per un valore complessivo di un miliardo di dollari.

Da allora, la storia del social network basato sulla potenza dell’immagine ha rispecchiato fedelmente l’evoluzione sociale e commerciale della tecnologia, generando un impatto globale che va oltre i numeri.

Con oltre un miliardo di utenti attivi, di cui 25,6 milioni solo in Italia, Instagram si è trasformato da piattaforma di puro entertainment visivo a vera e propria vetrina per le imprese.

Secondo i dati raccolti dall’agenzia 99firms, si stima che negli USA il 71% delle aziende sia presente sul social network, utilizzandolo per promuovere direttamente prodotti e servizi nel 36% dei casi.

L’interesse per questa tipologia di approccio è confermato anche dai numeri relativi agli utenti: oltre l’80% degli account, infatti, segue almeno un'attività su Instagram.

Una straordinaria opportunità che accomuna realtà di grandi dimensioni ma anche le PMI italiane, molto attive sulla piattaforma.

Come si stanno muovendo? E quali strategie adottano nel proprio utilizzo quotidiano?

Per rispondere a questa e altre domande, Giò Fumagalli ha scritto il libro “Instagram Business”, edito da IBEX Edizioni e con oltre 7 ore di contenuto multimediale incluso, partendo da 9 storie di successo e tutte italiane.

Giò Fumagalli, autore del libro "Instagram Business" (IBEX Edizioni)

Esperto di marketing, piattaforme digitali e monetizzazione strategica, con all’attivo seminari tenuti in tutto il mondo e un ruolo di Direttore Internazionale Marketing per un'importante ONG per la protezione degli animali, Fumagalli spiega a Tiscali che “il libro tratta Instagram da un punto di vista esclusivamente pratico, raccogliendo le strategie, gli approcci e gli errori da evitare, di nove persone che con la piattaforma ci lavorano davvero e su base quotidiana.

L’idea delle interviste è nata per sfatare il mito secondo il quale Instagram è strutturato soltanto per gli influencer.

Le storie incluse nel volume ci dimostrano che le cose non stanno così, anzi.

Il ruolo del social network è quello di trasformarsi in aiuto concreto per imprenditori, aziende, professionisti, organizzazioni e movimenti che intendono utilizzarlo come strumento tattico e strategico in supporto dei propri obiettivi nel mondo reale.

Proprio per fornire una dimostrazione pratica di come i consigli siano applicabili, i 9 professionisti intervistati appartengono a categorie differenti ma sono accomunate da un fattore comune: l’utilizzo professionale e quotidiano di Instagram.

Penso sia importante dare voce a chi possa realmente fornire spunti pratici e concreti in materia”.

Tra gli intervistati da Giò Fumagalli nel libro “Instagram Business”, la cui prefazione è a firma dell’ex Head of Digital di Danone Elisabetta Corazza (oggi una delle consulenti più apprezzate in Italia) ci sono Marco Galimberti, Head of Marketing di Deliveroo Italy (food e ristorazione); Enrico Casati, fondatore di Velasca (promozione del Made in Italy); Giulio Gambino, fondatore e direttore di TPI (informazione ed editoria); Alice Veglio, fondatrice di Bright and Fit (fitness e community al femminile); Laura Sparavigna e Giacomo Castaldini, attivisti di Tocca a Noi (attivismo e campagne); Marco Rontini, fondatore di Nextudio Agency (nightlife e grandi eventi); Alessandro Confalonieri, Head of Maraketing di Bikeroom (e-commerce e sport); Michele Messina, Head of Digital di Save the Dogs (non-profit e buone cause).