Fibra di Tiscali installata in tempi record: ragazzo disabile non perde le lezioni online

La storia è accaduta a Lecce. La madre: in poche ore è cambiato tutto e non me lo aspettavo

Fibra di Tiscali installata in tempi record: ragazzo disabile non perde le lezioni online
TiscaliNews

Internet sempre più protagonista nella vita degli italiani. Una storia pubblicata dal quotidiano online LeccePrima conferma l’importanza delle nuove tecnologie digitali per superare le difficoltà create dalla pandemia. "Nel mese di marzo  - ha raccontato la giornalista Marina Schirinzi - un gruppetto di operatori della società Open Fiber era impegnato a installare i cavi della fibra ottica in viale della Libertà. Gli operai sono stati avvicinati da un signore che ha richiesto il loro aiuto per risolvere una situazione alquanto particolare. Il figlio 15enne, infatti, affetto da disabilità cognitiva, non riusciva a seguire le lezioni online e a restare al passo con il programma scolastico”.

Il limite della connessione con smartphone 

“Di fatto - ha proseguito la giornalista pugliese - gli era impossibile accedere agli strumenti della teledidattica che hanno mandato avanti la scuola pubblica italiana dal primo giorno di chiusura del Paese sino ad oggi. Il ragazzo, non disponendo di una rete internet domestica, era infatti costretto ad arrangiarsi usando uno smartphone. Ma il traffico dati si esauriva nel giro di tre giorni perché poche ore di videolezione sono sufficienti a divorare l'intero credito telefonico”. “Gli operai compresa la complessità della situazione, hanno fatto un sopralluogo nell'abitazione della famiglia in questione, spiegando ai genitori la procedura da seguire per installare internet.  In mezza giornata sono quindi riusciti a installare e attivare il servizio con Tiscali su fibra Open Fiber".

La felicità della madre 

“In poche ore è cambiato tutto e non me lo aspettavo: le tecnologie stanno aiutando mio figlio nell'apprendimento e in questo ero molto preoccupata perché, non riuscendo a connettersi e restare in contatto con i docenti e i compagni, temevo una regressione” ha raccontato la madre del giovane studente.

La storia completa di questa bella vicenda si può leggere sulle pagine online di PrimaLecce

Scopri la fibra di Tiscali