Tiscali.it
SEGUICI

Aumentano le consulenze per imprenditori e liberi professionisti, il boom spiegato dall’esperta

Nonostante un clima di sfiducia tra le imprese ai massimi storici dal 2013, non si ferma il mercato delle consulenze. Complici le nuove esigenze aziendali e l'impatto della tecnologia, il settore presenta un valore aggregato stimato in 6 miliardi di euro e con una prospettiva di crescita del +9,4% nel 2023.

Simone Trebbidi Simone Trebbi   
Aumentano le consulenze per imprenditori e liberi professionisti, il boom spiegato dall’esperta

Nonostante tra le imprese aleggi un clima di sfiducia in aumento da ormai 4 mesi e ai massimi dal 2013, secondo quanto emerso dal nuovo report ISTAT, non si ferma il mercato del management consulting.

Quello delle consulenze, infatti, è un settore dal valore aggregato stimato in 6 miliardi di euro, in continua crescita dal 2018 e che, secondo le valutazioni, potrebbe beneficiare di un ulteriore incremento del +9,4% durante il 2023.

È questo lo scenario tratteggiato da uno studio condotto da Assoconsult e che ribadisce l’impatto strategico di una figura professionale sempre più ricercata in ottica aziendale, anche e soprattutto in tempo di crisi.

Le ragioni del boom?

Potrebbero essere legate alle nuove esigenze delle imprese sorte in seguito all’esperienza pandemica, che rivoluzionando la quotidianità di interi settori produttivi ha posto imprenditori, liberi professionisti e manager di fronte a sfide inedite.

È di questo avviso anche Elena Setzu, consulente e imprenditrice a capo dell’agenzia Diamond Coaching, 26 collaboratori in tutto il mondo e un fatturato superiore al milione di euro già nel 2022.

Elena Setzu, consulente e fondatrice di Diamond Coaching

“Sebbene la crisi economica stia colpendo molti settori – spiega l’esperta - il forte aumento di richieste in ambito consulenziale non dovrebbero sorprendere.

Anzi, è perfettamente fisiologico.

La grande sfida che professionisti, imprenditori, manager e networker sono chiamati ad affrontare è proprio il clima di incertezza sui mercati, un’instabilità in costante evoluzione e che richiede pertanto nuovi strumenti di approccio rispetto al passato.

Le normative che mutano rapidamente e le difficoltà gestionali di tutti i giorni, insomma, hanno reso necessaria per molte realtà la ricerca di una consulenza.

L’obiettivo è quello di far crescere, indirizzare e perfezionare il proprio business.

L’ideazione di un progetto e la conseguente execution necessitano infatti di un supporto qualificato, esperto e in grado di intervenire attivamente ottimizzando l’intero processo, avvicinando di conseguenza il cliente al suo obiettivo di medio e lungo termine”.

Elena Setzu, specializzata in consulenze dedicate a liberi professionisti e imprenditori che vogliono promuoversi online, così come a privati che vogliono avvicinarsi al digital, ha aiutato tramite Diamond Coaching migliaia di realtà partendo dalle cosiddette consulenze high ticket.

Il concetto di consulente high ticket nasce con l’obiettivo di fornire un aiuto sempre più accurato e ad alto valore aggiunto, attraverso un nuovo tipo di approccio al mercato – ulteriormente potenziato dal web – basato sulla capacità di affiancare le imprese generando un impatto positivo.

Consulenze sempre più mirate, quindi, e che presuppongono un tipo di aggiornamento da parte del professionista molto superiore rispetto a pochi anni fa.

Un aspetto sul quale la tecnologia gioca un ruolo tutt’altro che secondario.

“La figura del consulente esiste da decenni, – precisa Setzu – ma la sua evoluzione non può prescindere dai trend internazionali.

Il professionista di domani dovrà essere in grado di garantire su larga scala la delivery del servizio consulenziale con maggior efficacia, posizionandosi proprio sul segmento high ticket e riuscendo a protocollare il proprio modus operandi.

L’automatizzazione è una componente imprescindibile del nostro lavoro, perché siamo spesso chiamati a risolvere problematiche aziendali specifiche e diverse tra loro, ma spesso accomunate da goal e dinamiche comuni.

Oltre a un vantaggio per le aziende che si affidano ai consulenti high ticket, si tratta anche di un’evoluzione che renderà il settore ancora più appetibile dando vita opportunità professionali di alto profilo e richieste sul mercato.

Il Covid ha solo velocizzato un processo già in corso, e l’impossibilità di spostarci ha reso sempre più centrale l’impiego del web in qualsiasi ambito, basti pensare al videoconsulto in campo medico che rappresenta a tutti gli effetti un servizio di consulenza.

Si tratta della naturale evoluzione di un mercato in cui le persone vengono pagate per le proprie competenze e la propria capacità di apportare vantaggi competitivi.

Persino Amazon ha lanciato in questi giorni un programma interno di consulenze qualificate, pensate per affiancare e assistere tutti coloro che vogliono vendere sulla piattaforma.

Tramite questo servizio, Amazon riuscirà a incrementare le vendite dei piccoli imprenditori e per sé stessa milioni di fatturato in più.

Grazie al settore dei servizi online, quindi, stanno nascendo tante nuove professioni legate al mercato delle consulenze e prima impensabili.

Questo accade perché le competenze rappresentano oggi un vero e proprio asset, ma anche perché l’approccio di persone e imprese è radicalmente mutato.

Rispetto al passato, oggi il valore delle consulenze è molto più chiaro e rispettato, soprattutto agli occhi di imprenditori, liberi professionisti, manager e networker.

Credo si stia cominciando a comprendere l’importanza delle informazioni, di una maggior specializzazione e di un supporto esterno qualificato per affrontare al meglio le sfide del presente”, conclude Elena Setzu, fondatrice di Diamond Coaching e autrice del libro “Presenza Online efficace” (edito da Dario Flaccovio Editore).

 

Simone Trebbidi Simone Trebbi   

I più recenti

Innovation Roadshow 2024, seconda tappa del tour nazionale dedicato all'innovazione
Innovation Roadshow 2024, seconda tappa del tour nazionale dedicato all'innovazione
La sforbiciata di Musk in Tesla: via il 10% dei dipendenti. I motivi della scelta
La sforbiciata di Musk in Tesla: via il 10% dei dipendenti. I motivi della scelta
La sicurezza informatica diventa un requisito fondamentale anche in vacanza
La sicurezza informatica diventa un requisito fondamentale anche in vacanza
Essere un leader, oggi. Il manifesto di Pensiero Solido
Essere un leader, oggi. Il manifesto di Pensiero Solido
thunderbird

Le Rubriche

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Sergio d'Arpa

Esperto di supercalcolo, fondatore e CEO di Klinik Sankt Moritz AG, la prima...

Simone Trebbi

Racconta imprese innovative e sostenibili, capaci di avere un impatto concreto...

Carlo Occhinegro

Scrive di storie dell'innovazione, dei protagonisti del mondo dell'imprenditoria...

eNews

Notizie e riflessioni sul mondo digitale.

Innova Italia

Storie, persone, idee del mondo imprenditoriale italiano che guarda al futuro